| categoria: Roma e Lazio

Incubo Colombo e Pontina, macigni piazzati sulla strada: quinto incidente

E’ successo di nuovo. Come nella notte dell’8 dicembre e come altre quattro volte nell’ultima settimana. Sconosciuti attentatori hanno piazzato un macigno al centro della carreggiata della via Cristoforo Colombo e un automobilista l’ha centrato in pieno, distruggendo la propria vettura e rischiando di uscire fuori strada. La polizia e i vigili urbani danno la caccia agli autori del gesto.

L’ORARIO
L’orario è sempre quello della notte fonda e la scelta riguarda tratti di strada non illuminati o completamente al buio, sia sulla via Cristoforo Colombo o sulla Pontina. La notte tra sabato e domenica, alle 2,30, il destino ha voluto che a rischiare la vita e rimetterci decine di migliaia di danni sull’auto, fosse un ventunenne di Ostia alla guida della sua Ford Fiesta.

Stava rientrando a casa e percorreva la Colombo quando a metà del tratto tra via di Mezzocammino e via di Malafede, esattamente al chilometro 16,000, si è trovato di fronte un parallelepipedo di marmo. Probabilmente si trattava di un pezzo di ciglio della strada, delle dimensioni di 60 centimetri per 40 di altezza.

L’IMPATTO
L’impatto è stato devastante. Il masso si è infilato sotto la scocca spaccando la coppa dell’olio e la scatola del cambio, spargendo olio del motore ovunque. Nell’abitacolo sono esplosi i due airbag frontali e solo per la destrezza del conducente il veicolo non è uscito fuori strada. Il giovane, ancora sotto shock, ha fermato il traffico e ha chiamato immediatamente la sala operativa della Polizia locale. Sul posto una pattuglia del Gruppo Intervento Traffico ha costatato quanto avvenuto e ha trasmesso il verbale raccomandando di fare attenzione lungo tutta la strada. I danni provocati ammontano a diverse migliaia di euro che non verranno risarciti dall’agenzia comunale di Assicurazioni per Roma.

I PRECEDENTI
E’ il quinto caso del genere in una settimana. La Polizia Stradale ha avviato un’indagine dopo che una sua pattuglia avrebbe avuto problemi simili su via Pontina. La notte tra il 7 e l’8 dicembre, alle 2,15, vittima del misterioso attentato è stato Marco Sansalone, il re delle notti romane conosciuto per gli eventi estivi del V-Lounge e per la gestione del Belen. L’imprenditore stava tornando a casa dalla serata nel disco-club dell’Eur quando, nello stesso punto dell’altra notte, alla fine della discesa tra via di Mezzocammino e via di Malafede, la sua Mercedes Slk ha avuto l’impatto con il sasso.

«IL MASSO BIANCO»
«Era un masso bianco alto almeno mezzo metro e dal peso di una cinquantina di chili – ha raccontato sconvolto per l’accaduto – Era dietro la curva, non andavo velocissimo ma non ho potuto evitare l’urto. E’ esploso l’airbag ma sono riuscito a guadagnare il lato della carreggiata senza sbandare. L’auto è andata praticamente distrutta. Con una macchina più leggera non so cosa sarebbe potuto accadere» dice. Allerta anche sui social. «Fate attenzione: a me è capitato sulla Pontina – conferma Eleonora – Sembrano fogli di carta invece sono mattoni».

Ti potrebbero interessare anche:

Rivoluzione di Ferragosto, Marino sospende la Ztl, Fori tutti pedonalizzazione totale
RIFIUTI/ Il gip: gruppo Cerroni coinvolto nella sommossa popolare contro il sito di Corcolle
Campidoglio: nuova giunta entro 10 giorni?
SCHEDA/ I "no" del governo capitolino a cinque stelle
Regione, anticorruzione senza tutela
Trinità dei monti, un bluff. Vigili al bar, il bivacco riprende



wordpress stat