| categoria: Senza categoria

RIFIUTI: FIUMICINO, AL VIA FOTO-TRAPPOLE ANTI ‘FURBETTÌ

untitledContro i «furbetti» che da tempo stanno teturpando angoli di territorio abbandonando i rifiuti, incrementando il fenomeno discariche abusive, l’amministrazione comunale di Fiumicino avvia il progetto sperimentale delle foto-trappole. Obiettivo: con un sistema di monitoraggio delle strade comunali individuare i trasgressori. A tal proposito la Giunta, con una delibera, ha accettato, a seguito della partecipazione al Bando per la concessione di contributi ai Comuni della Città Metropolitana di Roma Capitale, una cifra pari a 42.500 euro proprio per avviare il progetto «Monitoraggio delle strade comunali e provinciali per la verifica della presenza di particolari tipologie di rifiuti e successiva raccolta periodica». «È un bando vinto – dichiara la Presidente del Consiglio comunale Michela Califano – a beneficio di tutti quei territori che hanno al loro interno strade provinciali, per dare un aiuto alle Amministrazioni su una questione, quella dei rifiuti in strada, che riguarda il decoro e la salute di tutti. Fiumicino si è aggiudicata oltre 40 mila euro che vanno a supporto dell’azione dell’Amministrazione sulla pulizia del comune, l’unico nel Lazio con un porta a porta spinto su tutto il territorio, senza più un cassonetto su strada». «Finalmente – aggiunge il Presidente della Commissione Ambiente Massimiliano Chiodi – è in partenza il progetto sperimentale con le foto-trappole. Fa parte della lotta che questa Amministrazione sta portando avanti contro i ‘furbettì dell’ abbandono dei rifiuti e per il monitoraggio delle strade territoriali».

Ti potrebbero interessare anche:

Alitalia, ultimi passaggi. Conto alla rovescia per closing Etihad
QUIRINALE/ Elezione, annuncio e giuramento, il rito laico per la salita al Colle
TERMINI/ Polfer, con varchi d' accesso calata dell'87% i reati
Diventerà un museo la villa di Alberto Sordi a Caracalla
CALCIO MERCATO/ Delusione Milan, niente J.Martinez. E Kondogbia va all'Inter
MILANO/ Controlli contro "Binge drinking", denunciato il titolare di un locale



wordpress stat