| categoria: Senza categoria, sport

Milan, Supercoppa a rischio. Galliani: ”Se volo ancora in ritardo non partiamo”

142802243-0161c470-5695-4004-936c-cf4061e268ee Un contrattempo clamoroso a questi livelli. Il Milan non è partito oggi alle 15 per Doha in vista della Supercoppa con la Juventus in programma venerdì pomeriggio ora italiana (calcio d’inizio ore 17.30). Il volo è stato rinviato di un giorno rispetto alla tabella di marcia prevista a causa di un ritardo del charter che avrebbe dovuto portare la squadra rossonera a Doha. Il volo, messo a disposizione dall’organizzazione del Qatar che si è occupata di tutta la parte logistica di questo evento, era fermo a Londra, aeroporto di Stansted, quartier generale della compagnia aerea scelta. Si tratta di un vettore utilizzato anche da altri top club europei per gli spostamenti, già scelto dai qatarioti due anni fa in occasione della Supercoppa tra Juventus e Napoli.

L’aereo aveva già un’ora e mezza di ritardo e non era possibile quantificare con esattezza il tempo necessario a riparare il guasto. Questa incertezza rischiava di provocare un arrivo del Milan a destinazione in piena notte tenendo conto della durata del viaggio (6 ore) e del fuso orario: +2 rispetto all’Italia. Per questo motivo il club rossonero, in accordo con la Lega Serie A, ha deciso di posticipare la partenza di un giorno, domani alle 15. Ma in questo modo il Milan arriverà sul luogo della partita, con condizioni climatiche diversissime rispetto al nord Italia, meno di 48 ore prima del calcio d’inizio. La Juventus invece è partita alle 16.30 da Torino. Le due squadre avevano due compagnie aree diverse: inglese per i rossoneri, maltese per i bianconeri, entrambe specializzate in voli charter per vip.

Il Milan, oltre alle questioni legate all’acclimatamento, perderà un allenamento perché domani a Doha era prevista una doppia seduta, mentre a Milanello i giocatori di Montella potranno sostenere solo quella della mattina. Non a caso il Milan ha fatto sapere di aver subito “un danno sportivo gravissimo” dal punto di vista sportivo. Il club rossonero ha concordato lo spostamento di 24 ore della partenza, ma non esclude provvedimenti clamorosi nel caso in cui si verifichi un ritardo anche domani alle 15: in questo caso la squadra non partirebbe per il Qatar, facendo quindi saltare la Supercoppa. Eventualità che nessuno però vuole prendere in considerazione, confidando che domani il programma sarà rispettato.

“La Juventus è già tranquilla al caldo – protesta Galliani – domani si allenerà con 20 gradi in più che a Milanello mentre noi arriveremo di notte e potremo fare solo la rifinitura della vigilia”. Un cambio di programma arrivato all’improvviso quando i giocatori di Montella stavano per lasciare Milanello e qualche rappresentante del club era già arrivato a Malpensa. Emblematico dell’imprevedibile colpo di scena il titolo del sito ufficiale del Milan: “Ultimo allenamento prima di Doha”, in apertura dell’articolo sulla seduta della mattina nel centro sportivo di Carnago. Invece la squadra è ancora a Milanello e domani si allenerà sugli stessi campi. La vicenda inevitabilmente condizionerà la vigilia della sfida tra Milan e Juventus, partita che si gioca in Qatar per un cachet di 2.8 milioni: 10% alla Lega Serie A, il resto diviso tra i due club.

Ti potrebbero interessare anche:

San Camillo, quel reparto è inefficiente, la Uil lo occupa
QUI PISANA/ Bilancio del consiglio, quasi azzerati i fondi ai gruppi, da 11 milioni a 500mila euro
Ci mancava anche questa, pompe funebri e mazzette. Bufera su politici e dirigenti delle Asl
GPINGHILTERRA/ Valentino Rossi vince e guida il mondiale
Le gemelle Kessler compiono 80 anni
DAL NUOTO AL CICLISMO,PER AZZURRI EUROPA TERRA DELL'ORO



wordpress stat