| categoria: Cultura, Senza categoria

C’era una volta l’Urss. Fino al 30 dicembre a Roma la Grande pittura figurativa d’oltrecortina

Non solo austerità eroica. A partire dagli anni ’50 si fa strada in Russia, all’interno del movimento artistico socialista (1934-1992), anche l’attenzione a una umanità tutta nuova, c’è chi guarda al “risveglio della vita interiore” e fiorisce la pittura di paesaggio tanto da dare vita ad un vero e proprio “Impressionismo sovietico”. A raccontarlo è “C’era una volta l’Urss, grande pittura figurativa d’oltrecortina” una piccola mostra che resterà aperta fino al 30 dicembre a Roma, nella sede di Azimut (via Flaminia 133). Curata da Giovanni Argan, giovanissimo pronipote del grande storico dell’arte ed ex sindaco di Roma, Giulio Carlo Argan, la rassegna è un viaggio alla riscoperta dell’universo d’oltrecortina.

Obiettivo, far conoscere al pubblico italiano uno straordinario periodo artistico, che ridiede centralità all’uomo, al lavoro e alla vita collettiva. “Oggi che l’avventura dell’Unione Sovietica si è oramai conclusa, è giunto il momento di guardare quest’arte figurativa, con uno sguardo nuovo, curioso e libero da sterili preconcetti ideologici”, sottolinea il curatore.

In mostra ci sono opere realizzate tra gli anni ’20 e gli anni ’80 scelte per ripercorrere le grandi linee dell’evoluzione del movimento artistico socialista, fino a sottolinearne l’influenza sull’arte contemporanea. Scene di lavoro in fabbrica e nel kolchoz, momenti di vita intima e quotidiana, vedute cittadine e industriali che aprono scorci inediti su un mondo ormai dissolto.

Si può visitare dal lunedì al venerdì. L’ingresso è libero, visite guidate gratuite

Ti potrebbero interessare anche:

Dalla Svizzera un siluro all'on.Razzi: si è preso 200mila euro dalla cassa degli emigrati abruzzesi?
Berlusconi, nessun veto sulla Cancellieri
Papa Francesco twitta: non si può essere cristiani part time
Nel 2012 spesi cento milioni per errori commessi nel 2012
Enorme discarica di oli esausti scoperta al parco di Tor Fiscale (appia antica)
L'iperattivisimo di Renzi maschera la povertà dei risultati



wordpress stat