| categoria: sanità Lazio

Idi, accordo per la cig in deroga a rotazione : “Garantiti posti di lavoro”

front4341791“Desidero esprimere la mia soddisfazione e la mia gratitudine per tutti i soggetti che questa sera hanno fatto sì che l’Istituto Idi potesse avere un futuro”. Il riferimento della Presidente Mariapia Garavaglia é chiaro. Ieri pomeriggio, presso la Regione è stato raggiunto un accordo che permette l’utilizzo degli ammortizzatori sociali per i dipendenti della struttura.

“Grazie a questo accordo potremo – dichiara Garavaglia – sviluppare il piano industriale 2017-2019, preso in esame proprio pochi giorni fa dal Cda. Il
grande senso di responsabilità dei lavoratori, delle organizzazioni sindacali, incontrando la disponibilità della Regione Lazio, consentirà di continuare il nostro lavoro sollevati dal non dover ricorrere all’ipotesi dei tagli del personale. Da parte nostra continueremo nell’opera già intrapresa, di razionalizzazione delle risorse, abbassamento dei costi e valorizzazione delle professionalità che operano quotidianamente all’interno del nostro Istituto. Sarà così un Natale più sereno per tutti i lavoratori e le loro famiglie, alle quali va il mio augurio personale”, conclude Garavaglia.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche le organizzazioni sindacali. “Grazie all’impegno di Fp Cgil Roma Lazio, Fp Cisl Roma Lazio e Uil Fpl Roma Lazio e alla lotta dei lavoratori si è sottoscritto l’accordo cassa integrazione in deroga che scongiura l’apertura della procedura di licenziamento collettivo”.
L’accordo sottoscritto ieri presso l’Assessorato al Lavoro della Regione Lazio per la cassa Integrazione in deroga a rotazione riguarda non solo il personale dell’Idi ma anche quello di Villa Paola. La sottoscrizione dell’accordo, da parte di tutte le Organizzazioni sindacali presenti al tavolo, si è reso possibile a seguito di precisi impegni assunti dall’Amministrazione dell’ospedale e dalla Regione Lazio.

Le parti si sono impegnate, nell’ambito del nuovo piano industriale a ricercare soluzioni per implementare la produttività e il budget delle strutture IDI e Villa Paola. Tale impegno è necessario per scongiurare la perdita di posti di lavoro e per rilanciare le strutture. Inoltre l’impegno prevede il monitoraggio dell’utilizzo della CIGS trimestrale per verificare la possibilità di ridurne l’utilizzo a fronte di incrementi di produttività

Ti potrebbero interessare anche:

Romano o Palumbo, chi comanda nella sanità laziale. E per conto di chi?
Cattolica, arriva la carta dei diritti dei disabili in ospedale
IN PRIMO PIANO/ Giubileo e gestione dell'emergenza, la Giunta trucca le carte
Così sbloccati i 740 milioni del Governo al Lazio
Pronto Soccorso S.Camillo, anziani trattati senza pietà
Autismo, protocollo fra Asl Roma 6 e Ufficio scolastico regionale



wordpress stat