| categoria: sanità

Meningite, morto 50enne a Roma

Pazienti del reparto malattie infettive dell'ospedale Galliera, dove è stato riscontrato il secondo caso di meningite su un uomo di 67 anni che è ricoverato in isolamento, a Genova, 02 gennaio 2017.    ANSA/LUCA ZENNARO

Pazienti del reparto malattie infettive dell’ospedale Galliera, dove è stato riscontrato il secondo caso di meningite su un uomo di 67 anni che è ricoverato in isolamento, a Genova, 02 gennaio 2017. ANSA/LUCA ZENNARO

Ancora casi di meningite in Italia, un uomo è morto a Roma. E solo negli ultimi due giorni ci sono state tre persone ricoverate in Toscana, un’altra a Roma, una a Genova ed una a Sulmona. Non si tratta però di una ‘escalation’ e “non c’è una situazione di allarme”, ribadisce il direttore del Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto superiore di sanità (Iss) Gianni Rezza, ricordando come ogni anno nel nostro Paese si registrino in media circa 1.000 casi di infezione da meningite e ribadendo l’importanza della vaccinazione come unica arma per prevenire o attenuare le conseguenze della malattia. E’ morto di meningite al policlinico Umberto I di Roma il 50enne originario di Alatri (Frosinone), ricoverato in gravi condizioni il 31 dicembre scorso. L’uomo era affetto da meningite da pneumococco, una forma non contagiosa.

E un 20enne è stato ricoverato a Brescia: le analisi hanno confermato la presenza di meningococco di tipo C. Il giovane non sarebbe in gravi condizioni.

Ti potrebbero interessare anche:

STAMINA/ Vannoni, verso accordi all'estero per garantire le cure
Molise, ci risiamo. Verso commissariamento per crescita del deficit
L'obesità costa nove miliardi all'anno, un terzo per il diabete
Dalla coca all'erba: un'app per vendere oltre 200 droghe
Boom di antidepressivi nei giovani, +40% in sette anni
Ricciardi: "Dati contagio non sempre attendibili"



wordpress stat