| categoria: politica

Avvocatura dello Stato, inammissibile il referendum su Jobs Act- art.18

Il quesito referendario per abrogare le modifiche apportate con il Jobs Act all’art. 18 dello statuto dei lavoratori sui licenziamenti ha “carattere surrettiziamente propositivo e manipolativo” e per questo “si palesa inammissibile”. E’ quanto sostiene l’Avvocatura dello Stato nella memoria depositata oggi per conto della Presidenza del Consiglio, in vista della decisione della Corte Costituzionale sull’ammissibilità dei referendum sul lavoro.

Ti potrebbero interessare anche:

FUORI/ Di Pietro, Fini, Ferrero… Si sono salvati in pochi
Governo, solo un miracolo può evitare nuove elezioni
DL PA, Madia: fiducia? Non solo pochi 1010 emendamenti, verso il rinvio in Commissione
La guerra dei sondaggi, l'ultimo è dalla parte di Renzi
Referendum: D'Alema, fronte del sì minaccioso, sostegno poteri forti
Referendum, duello rusticano Renzi-De Mita: finisce in pareggio



wordpress stat