| categoria: Dall'interno

In Lombardia nasce il car sharing elettrico per pendolari

6ffeb20a9bba4bc5c3a2da3cb62da6dbSi chiamano Green Traveller e Corporate Package le nuove formule di car sharing con auto elettriche che prevedono la condivisione dei veicoli fra i pendolari e le aziende che operano in prossimità degli scali ferroviari. Queste originali soluzioni permettono ai privati che usano ogni giorno il treno di tornare a casa con l’auto elettrica di car sharing, utilizzarla a prezzo fisso anche di sera e ricoverarla nel proprio garage per la ricarica notturna per poi riconsegnarla in stazione la mattina seguente. Lanciata in Lombardia dall’operatore e-Vai, pensata per garantire un migliore sfruttamento dei veicoli in flotta e per incontrare le necessità, appunto, dei pendolari e delle aziende, l’iniziativa prevede il pagamento di un canone annuale che dà diritto all’utilizzo di un’auto a zero emissioni secondo determinate fasce orarie, differenti e compatibili fra loro, con ritiro e riconsegna dei veicoli nelle stazioni delle Ferrovie Nord.

Green Traveller prevede la guida esclusiva di un’auto elettrica di e-Vai tutti i giorni feriali dalle 18 alle 8 e 24 ore su 24 nelle festività e nei fine settimana. Il costo annuale di 3.360 euro o mensile di 280 euro, comprensivo di assicurazione, prevede la fornitura e l’installazione nel posto auto del cliente di una wall box per la ricarica del veicolo. La tariffa scende in caso di impiego congiunto con passeggeri (da uno a tre): in questo caso, però, ai trasportati “fissi” sarà richiesto un contributo economico.

Per le aziende il Corporate Package mette a disposizione la stessa auto utilizzata dal Green Traveller nelle fasce orare rimaste libere e cioè nei giorni feriali, dalle 8 alle 18. La macchina sarà posteggiata in stazione, attaccata alla colonnina di ricarica, sempre a disposizione dei dipendenti della società che ha firmato il contratto. In questo caso sono previsti tre pacchetti: il “Mattina”, dalle 8 alle 12.30 (3.000 euro all’anno/250 euro al mese), il “Pomeriggio”, dalle 13.30 alle 18 (2.640 euro annui/220 euro mensili) e il “Giornaliero”, dalle 8 alle 18 (5.280 euro annui/440 euro mensili).

Ti potrebbero interessare anche:

Maltempo: apertura diga, evacuate persone in provincia Matera e Taranto
Venezia, una manovra sbagliata e torna la polemica sulle grandi navi
Papa Francesco accoglie 150 senzatetto nella Cappella Sistina: "Questa è casa vostra"
Ferragosto pazzo: a Cortina cadono venti centimetri di neve
8 MARZO: EURISPES, 12,6% DONNE MAGGIORENNI VITTIMA DI STALKING
Franceschini a Venezia: mai più grandi navi a San Marco



wordpress stat