| categoria: gusto, Senza categoria

Al Sigep sarà presentato un dossier sul consumo di pane e dolci in Italia

sigep_2016_pane_pizza_salato_pbn_20160123__71b5396Un approfondito affondo economico sui settori della panificazione e della pasticceria. E’ quanto presenteranno alla fiera di Rimini, durante Sigep e A.B. Tech, AIBI (Associazione Italiana Bakery Ingredients) e Assitol (Associazione Italiana dell’Industria Olearia) domenica 22 gennaio, tramite un’indagine su consumi e tendenze che sarà illustrata nel corso del convegno dal titolo “Il pane in Italia: come cambiano i consumi in una ricerca AIBI”.

Secondo l’indagine Databank, di cui verrà presentata alle 11 in Sala Mimosa (Pad. B6) una preview, l’Italia è in netta controtendenza rispetto all’Europa: il pane fresco artigianale è sempre molto presente sulle tavole degli italiani, nonostante la crisi dei consumi, l’attenzione al regime dietetico e le abitudini alimentari sempre più caratterizzate da tempi ristretti e pranzi fuori casa. È aumentata la gamma di richieste dei consumatori, che puntano su prodotti a valore aggiunto (“gluten free”, con farine particolari, con ingredienti diversi…). In questo senso, è quindi possibile parlare di un rilancio del pane, inteso come prodotto che fa bene alla salute, che per i moderni consumatori comincia a tavola.

E se sul pane gli italiani si sono scoperti salutisti, di certo non rinunciano ai dolci. Anche in questo caso, chi si rivolge al panificatore cerca un prodotto fresco e di valore. In funzione anti-spreco, si prediligono le monoporzioni e, per motivi dietetici, hanno sempre più successo le piccole grammature, ma non si rinuncia alla torta da ricorrenza e al prodotto legato alla festività.

Alla fiera di Rimini interverranno Palmino Poli (presidente di AIBI), Roberto Capello (presidente della Federazione italiana panificatori), Maria Maltese e Cecilia Zilioli (curatrici della ricerca Databank). Sono stati invitati gli On. Giuseppe Romanini e Francesco Prina, rispettivamente primo firmatario e relatore del disegno di legge sul pane in discussione in Parlamento.

Anche in ambito UE, gli italiani si confermano tra i maggiori consumatori dei prodotti dell’arte bianca. Secondo i dati AIBI, l’Italia è al terzo posto per consumi di pane,preceduta da Germania eFrancia e seguita dalla Gran Bretagna. Nel mercato complessivo dei prodotti della panificazione – non solo pane, ma anche dolci, cracker, focacce – il nostro Paese finisce al quarto posto in Europa. Nei Paesi UE il mercato complessivo dei prodotti da forno vale 137 miliardi di euro, di cui 73 relativi alla produzione di pane.

Sigep e A.B. Tech si confermano dunque ancora una volta gli unici saloni internazionali in grado di instaurare un dialogo efficace con tutti gli operatori del settore. AIBI, che aderisce ad ASSITOL (Associazione italiana dell’industria olearia), rappresenta la maggioranza delle aziende italiane che producono semilavorati per pane, pasticceria e gelateria, ed è partner di A.B. Tech Expo.

Ti potrebbero interessare anche:

SCENARI/ Bersani deve correre ai ripari. Al Senato potrebbe essere già sotto
Conclave, è già allarme rosso. Dal Governo neanche un euro
La variabile Report spariglia le carte della corsa al Quirinale
Sciopero sociale, disoccupati, precari e studenti in piazza. Venerdì di caos (e di tensione) a Roma
Migliori oli extravergine Lazio premiati da Unioncamere
NUOVO POLO ODONTOIATRICO A POLICLINICO UNIVERSITARIO CAMPUS BIO-MEDICO



wordpress stat