| categoria: primo piano, Senza categoria

Nove ore di interrogatorio per la Raggi

1088fe0c8619da951fabbfd16568b136Roma, Si è concluso dopo oltre 9 ore l’interrogatorio di Virginia Raggi da parte dei pm romani che indagano sulle nomine fatte in Campidoglio. All’atto erano presenti il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il sostituto Francesco Dall’Olio. La sindaca di Roma è indagata per la nomina del fratello dell’ex capo del personale del Campidoglio, Raffaele Marra. Raggi è accusata di abuso d’ufficio e falso. All’interrogatorio, che si è tenuto non in Procura ma negli uffici della polizia al Polo Tuscolano, Raggi è stata assistita dall’avvocato Mancori. L’iscrizione della sindaca nel registro degli indagati è avvenuta dopo Natale, in seguito alla relazione dell’Anac sulla nomina di Renato Marra, inviata in Procura il 21 dicembre. Nella relazione l’Autorità nazionale anticorruzione aveva evidenziato un conflitto di interessi nella stessa nomina. L’accusa di abuso d’ufficio per la sindaca e l’ex capo del personale del Campidoglio deriva dall’aver scelto Renato Marra come capo del dipartimento Turismo senza una adeguata comparazione di curricula di altre persone. Inoltre Raggi risponde di falso perché avrebbe detto alla responsabile anticorruzione del Campidoglio, Mariarosa Turchi, di aver agito in assoluta autonomia e che Raffaele Marra, considerato il braccio destro della sindaca e ora in carcere, avrebbe avuto un ruolo solo esecutivo nella nomina del fratello.

Ti potrebbero interessare anche:

Alimentare: Bistefani passa alla Bauli. Dai krumiri ai panettoni
Kenya, Kenyatta eletto presidente per 4.100 voti. Scoppiano le contestazioni
TEATRO/ Michele Placido porta in scena le lettere di Giacomo Puccini
Marino, diminuiremo la tassa rifiuti di almeno il 5%
Scandalo Volkswagen, grandi azionisti verso causa da 40 miliardi
Digitalizzazione in ritardo, solo il 31% dei medici usa le reti



wordpress stat