| categoria: sport

Samp vince in rimonta, otto minuti e Bologna va ko

Vittoria in rimonta per la Sampdoria che negli ultimi otto minuti ribalta il risultato e conquista il terzo successo consecutivo grazie anche ad un rigore che ha dato il via al recupero dei blucerchiati. Per il Bologna la terza sconfitta di fila con un successo sfiorato e il rammarico per un rigore contro, quello del pareggio, visto solo dall’arbitro di porta. Parte subito forte la Sampdoria che al 4′ potrebbe già passare in vantaggio: Fernandes pesca Muriel sul filo del fuorigioco, il colombiano entra in area e solo davanti a Da Costa sbaglia angolando troppo la conclusione. Il Bologna risponde con Donsah il cui tiro al termine di un batti e ribatti in area finisce sul palo. Sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio al 18′ grazie ad un vero e proprio missile di Blerim Dzemaili che, servito al limite da Destro, lascia partire un tiro violentissimo quanto imprendibile per Viviano. I padroni di casa poco dopo sfiorano il pareggio con Quagliarella che per questioni di millimetri non riesce a deviare sotto porta un cross di Linetty. La Sampdoria produce molto ma concretizza poco e il Bologna controlla senza troppi problemi. I guai per Donadoni sono più che altro di natura fisica. Il tecnico ospite infatti, dopo aver già perso Maietta per un infortunio muscolare, nel finale di tempo è costretto a rinunciare anche a Destro per una possibile distorsione alla caviglia. Il primo tempo si chiude con i blucerchiati in avanti ma senza che il risultato cambi. Doppio cambio per Giampaolo che al rientro dagli spogliatoi inserisce Djuricic e Dodò e presenta una Sampdoria molto più aggressiva. Al 12′ sfiorano il pareggio con Muriel che mette in mezzo da destra, Quagliarella prolunga di tacco ma Fernandes tira tra le braccia di Da Costa che respinge. Giampaolo non si arrende e inserisce anche Schick per una Sampdoria a trazione anteriore. L’aggressività però non fa rima con lucidità e sono poche le vere occasioni da rete. È anzi il Bologna in contropiede a sfiorare il gol con Sadiq che viene fermato solo da Viviano in angolo. Passano quattro minuti e Verdi direttamente su punizione fa tremare la traversa della porta di Viviano. Al 35′ arriva il pareggio tra mille polemiche. Cross dalla destra di Bereszynski, Pulgar intercetta con il corpo ma con le braccia alte, in un primo momento Fabbri lascia proseguire poi su segnalazione dell’arbitro di porta assegna il rigore che Muriel non sbaglia. Il tempo di battere da metà campo e su un rilancio di Viviano Pulgar sbaglia permettendo a Djuricic di innescare il contropiede di Schick che conclude con un perfetto diagonale completando la rimonta. Il Bologna a questo punto crolla e al 42′ subisce anche la terza rete con Mbaye che nel tentativo di anticipare Quagliarella su cross di Schick infila la sua porta.

Ti potrebbero interessare anche:

Dopo Galeone anche Giampaolo dice no.Il Pescata a Bucchi (36 anni, senza patentino)
Caressa e Bergomi da Fazio, proteste di Usigrai e Raisport
F1/ Test Bahrain, la William di Massa decolla
Udinese troppi errori, l'Inter vola con Icardi
Euro 2016: pacco sospetto a Bordeaux, scene di panico
UDINESE VINCE NEL FINALE, VAR FA INFURIARE CHIEVO



wordpress stat