| categoria: Dall'interno

Un bambino di tre anni ricoverato a Grosseto per meningite B

di WANDA CHERUBINI

Un bambino di 3 anni di Montalto di Castro é stato ricoverato all’Ospedale della Misericordia di Grosseto per meningite di tipo B.Il piccolo ha presentato febbre alta. Non era stato vaccinato. E’ stato portato dai genitori in ospedale, dove i medici hanno sospettato la diagnosi, confermata in serata da ultieriori analisi all’Ospedale Meyer di Firenze. A Grosseto è prevista una profilassi per i medici che si occupano del bambino. La Asl di Viterbo ha, intanto, comunicato che nella giornata di ieri, lunedì 13 febbraio, il Coordinamento dei programmi di vaccinazione dell’Azienda, diretto da Silvia Aquilani, è stato messo a conoscenza da parte dell’ospedale della Misericordia di Grosseto di questo caso di meningite di tipo B.
Da quanto riferito dai professionisti della struttura toscana, le condizioni di salute del piccolo paziente sono al momento stazionarie, seppur critiche. Da subito, nel rispetto delle disposizioni ministeriali, la Asl ha provveduto ad attivare il protocollo di intervento al fine di risalire all’individuazione dei cosiddetti “contatti stretti” (ad esempio i conviventi e tutti coloro che sono stati esposti direttamente alle secrezioni del paziente), gli unici per i quali è consigliata la somministrazione della chemioprofilassi.
Le procedure di chemioprofilassi sono iniziate già ieri e termineranno verosimilmente nella giornata di oggi, grazie alla fattiva e preziosa collaborazione del pediatra di libera scelta di Montalto di Castro.
Al fine di evitare inutili allarmismi tra la popolazione, la Asl di Viterbo mette in evidenza che la meningite meningococcica è una patologia temibile ma rara. I casi secondari non sono frequenti, in quanto la trasmissione avviene esclusivamente per contatto diretto e ripetuto nel tempo con il soggetto affetto, tramite goccioline nasali e faringee.

Ti potrebbero interessare anche:

TERREMOTO/Geologi, avrebbe potuto causare morti e crolli
MALTEMPO/Allarme in Friuli, Emilia, Veneto e Calabria
Torino, una pista collega gli omicidi della prof e dell'ex panettiere
Gemelli a Potenza per essere interrogato
APPELLO RIBALTA SENTENZA MENARINI, ASSOLTI GLI ALEOTTI
Tornavano dalla discoteca, 3 giovani morti in un incidente



wordpress stat