| categoria: sport

Zeman ha rifiutato il Pescara. Caldi Ruscitti, Mandorlini e Liverani

Il Pescara voleva Zdenek Zeman per rifondare e ripartire dopo l’esonero di Massimo Oddo. Ma il boemo ha rifiutato la proposta di Sebastiani: “No, grazie”, la risposta definitiva del boemo arrivata nel tardo pomeriggio anche se già da diverse ore era chiaro l’orientamento negativo del tecnico. Questa mattina è partita la missione romana del presidente del Pescara Sebastiani per convincere Zdenek Zeman. A Roma c’è stato un incontro tra la dirigenza degli abruzzesi e il tecnico boemo nel corso della quale il Pescara ha presentato la sua proposta. In serata la fumata nera: Zeman non sarà il successore di Oddo sulla panchina degli abruzzesi.

la proposta — Il presidente del Pescara Sebastiani ha offerto a Zeman un contratto sino al 2018 così strutturato: 100mila euro da qui al termine della stagione e 400mila (bonus compresi) per la prossima. Zeman, però, sin da dopo pranzo, è stato fortemente scettico sull’ipotesi di tornare sulla panchina del Pescara: la risposta definitiva del tecnico è arrivata in serata ed è stato un no. Sebastiani ha provato a convincerlo fino all’ultimo secondo utile.

il piano-b — A questo punto, il Pescara farà scattare il piano-B. In questo momento sono in salita le quotazioni dell’ex tecnico del Verona Mandorlini e molto caldo è anche il nome di Davide Ruscitti in coppia con Pierluigi Iervese, entrambi tecnici delle giovanili che – in questa fase – potrebbero rappresentare i traghettatori ideali verso la prossima stagione. Sempre in pista anche Fabio Liverani.

Ti potrebbero interessare anche:

Zeman incassa la fiducia, allenerò al meglio
Mondiali, Prandelli taglia Rossi. Sorpresa Insigne
VOLLEY/ Mondiali, le azzurre battono anche la Russia
Il Coni taglia 20 milioni alla Figc,Malagò: poteva andare peggio
Rientra Berardi, il Sassuolo vince e inguaia il Palermo
Genoa-Napoli 2-3, Mertens riporta gli azzurri in vetta



wordpress stat