| categoria: turismo

‘Altri’ turismi, cammini e tour etici

tour bike Alternativi, etici, ecologici, consapevoli, in condivisione: gli ‘altri’ viaggi, quelli che oltre l’obiettivo della vacanza si pongono quello della scoperta di altri territori e culture in una dimensione lontana dal mordi e fuggi, dal torpedone parcheggiato davanti al museo pronto a ripartire un’ora dopo, ma anche della vacanza tutto relax. Ecco, quel tipo di viaggi, declinati in molti modi, sono in crescita in tutto il mondo nell’anno internazionale del Turismo Sostenibile indetto dalle Nazioni Unite. In Italia con i molti cammini aperti, gli itinerari per il turismo accessibile e i viaggi con l’ospitalità diffusa e mezzi alternativi alle auto come la bicicletta, questo turismo diverso, slow e consapevole, rappresenta una grande tendenza che è uno dei temi al centro di Fa’ la cosa giusta, in programma a Milano 10-12 marzo. Tra gli esempi: SloWays organizza il No-Mafia Bike Tour: progetto realizzato in collaborazione con Addiopizzo e Migrantour, passeggiate urbane interculturali accompagnate da migranti.

Ti potrebbero interessare anche:

Anno nero, il 4,3% degli operatori turistici costretto a chiudere i battenti
San Valentino relax e gourmet
Arte e ragù, in viaggio gratis con lo scambio
I Corsi 'sbarcano' a Capraia, come nel 1767
Cortina,con sci in Faloria fino 1 maggio
Tonnara Florio, museo archeo-industriale



wordpress stat