| categoria: turismo

LA PROPOSTA/ A Cortina con il maestro Shi Yan Hui

benessere-161028124807Presentato il corso del monaco guerriero che rappresenta in Italia il tempio di Shaolin. Come vivere l’esperienza di una vacanza coniugando il riposo con la meditazione e la medicina tradizionale cinese. E con le cene vegetariane dell’archi-chef dell’hotel Bellevue. Il programma
di Marco De Leo

Dopo ormai tanti anni in cui la vita moderna ha sottoposto un po’ tutti noi a ritmi frenetici e pressioni psico-emotive sempre più opprimenti, si assiste sempre più ad una presa di coscienza collettiva di questi squilibri tipici delle società più avanzate, tanto che sempre più persone in Occidente cominciano ad esplorare e ad approfondire culture lontane rispetto alla nostra nel tentativo di poter migliorare la qualità della propria vita.
La cultura Shaolin, figlia di una millenaria tradizione che affonda le sue radici nei suoi “Tre tesori”, la meditazione Chan (in Occidente conosciuta come Zen), la Medicina Tradizionale Cinese e le ormai a tutti note arti marziali ed intrisa delle dottrine locali e filosofie naturali come il Confucianesimo e il Taoismo, ci viene in aiuto proprio per consentirci di riequilibrare la nostra mente e il nostro fisico ormai soffocati da ritmi innaturali, alimentazioni sbagliate, mancanza di esercizio e soprattutto dello stress che spesso raggiunge livelli insostenibili. Un’iniziativa assolutamente unica nel suo genere, in una cornice altrettanto esclusiva, è quella che L’Hotel Bellevue di Cortina D’Ampezzo ha proposto ai propri clienti e a tutti coloro che intendono trovare un insieme di relax, servizi di prim’ordine e fruire di tecniche orientali per mantenersi in buona salute, tonificare il proprio corpo e placare la mente. Infatti il General Manager del prestigioso Hotel, dott. Pilla, ha concordato con il Maestro Shi Yan Hui, monaco guerriero di 34ma generazione e rappresentante unico in Italia del Tempio di Shaolin della provincia cinese di Henan. un ricco programma proprio per raggiungere in maniera efficace e completa l’ambizioso obiettivo di far vivere ai propri clienti un’esperienza unica che aggiunge al relax della splendida location di montagna, anche tre momenti di incontro con il Maestro che svelerà non soltanto teoricamente, ma anche con la pratica guidata di alcuni semplici esercizi di antica e consolidata tradizione, tutti quei contenuti che potremo poi applicare alla nostra vita quotidiana per migliorare sensibilmente la nostra efficienza, lucidità e benessere di mente e corpo e far diventare questa breve esperienza un elemento quotidiano di supporto al nostro benessere.

LOCATION E PROGRAMMA

Nulla è lasciato al caso, nell’arco dei tre giorni di un weekend allargato al venerdì (dal 31/3/2017 al 2/4/2017), si lascia spazio ad ogni esigenza armonizzando elementi diversi ma sicuramente non in antitesi fra loro e componendo, con questa nuova iniziativa, un unicum veramente equilibrato e completo con ovviamente incluso il pernottamento per due notti. C’è parimenti ampio spazio anche per i più affezionati frequentatori delle piste da sci locali, infatti già da venerdì, dopo una mattinata passata eventualmente sui vari splendidi tracciati e le piste delle Dolomiti, è previsto un esclusivo pranzo vegetariano che, grazie all’abilità dello Chef Claudio Sfiller che ha concordato con il Maestro Shi Yan Hui, quali principi applicare alla sfida fra gusto, leggerezza e qualità del cibo, aiuterà tutti ad antrare nel vivo del programma. Infatti sin dal pomeriggio di venerdì, il Maestro, dopo una breve cerimonia del Tè, darà inizio ad una sessione di meditazione Chan seguita da specifici esercizi di Qi Gong. Saranno molteplici i principi spiegati e applicati alla pratica che il Maestro utilizzerà per riempire l’esperienza che si vivrà con lui di contenuti la cui consistenza è garantita da una tradizione di più di 1500 anni di storia.La giornata si chiuderà poi con la cena vegetariana sorprendente, sempre se di gradimento per gli ospiti, in cui lo Chef Sfiller, interpreterà ulteriormente lo spirito orientale calato nell’utilizzo di prelibatezze nostrane e in cui le spezie e le erbe locali sostituiranno i condimenti più pesanti.
Come anche la nostra tradizione popolare suggerisce, “Chi ben comincia, è a metà dell’opera”, si inizierà la giornata di sabato con una colazione vegetariana e si avrà la mattinata a disposizione per passeggiare, riposarsi e rilassarsi con i servizi offerti dall’hotel oppure cimentarsi nel ventaglio di sport invernali fruibili nei dintorni per poi ritrovare un nuovo menù vegetariano con ulteriori prelibatezze per il pranzo.Nel pomeriggio, invece, si terrà la seconda sessione del Maestro con cui si continuerà con la spiegazione teorica e con esercizi di quanto iniziato il pomeriggio precedente e sarà sempre più evidente come il benessere della mente che necessita di quiete e di liberarsi da pensieri inutili e persistenti, possa trovare un perfetto equilibrio con un dinamismo guidato del corpo attraverso esercizi che si basano sui principi della Medicina Tradizionale Cinese (Yi) che da migliaia di anni si è diffusa ed evoluta in oriente e che negli ultimi cento anni sta trovando sempre più fruitori anche in Occidente.Inutile dire che dopo aver liberato la mente e riattivato il fisico, si potrà approdare alla cena, in cui lo Chef Sfiller, cercherà di superare ancora se stesso nella rivisitazione vegetariana di piatti gustosi e nient’affatto anonimi.

Come ogni percorso che lavora armonicamente su mente e corpo, i ritmi non saranno frenetici e non a caso gli incontri con il Maestro sono distribuiti, per quanto possibile, in maniera da poter consentire l’obiettivo principale della sua presenza in Italia, ovvero la diffusione e fruizione immediata e senza finti misteri e soprattutto al fine di un miglioramento della salute di tutti, della millenaria cultura Shaolin che è nata in Cina, ma è patrimonio immateriale dell’umanità riconosciuta anche dall’UNISCO nel 2010.

Quindi la domenica, dopo la consueta colazione vegetariana, inizierà l’ultimo incontro con il Maestro Shi Yan Hui, che completerà l’iter di approfondimento teorico-pratico previsto collegando i tre momenti di incontro con lo stesso filo conduttore dal miglioramento e mantenimento del proprio equilibrio mentale e fisico per tutte le persone di qualsiasi età.

Il fatto che prestigiose istituzioni nazionali come la Fondazione Santa Lucia, eccellenza italiana nella riabilitazione e nella ricerca nell’ambito delle neuroscienze, abbia sviluppato una collaborazione con il Maestro Shi Yan Hui, dimostra nei fatti come ormai anche la medicina occidentale approcci quella orientale come complementare e che occorre espandere i propri orizzonti culturali. L’intento concreto del Maestro di diffondere tradizioni positive e ricche di contenuti gli ha già consentito di apportare benefici reali a tutti coloro che hanno praticato con lui ed il Maestro saluterà i partecipanti con la certezza di aver messo a disposizione di tutti con chiarezza principi e tecniche fruibili quotidianamente anche a casa o in ufficio senza bisogno di ampi spazi e senza che ci si debba dedicare grande quantità di tempo, ma soltanto quella costanza che è giusto che si riservi a un qualcosa di fondamentale come la propria salute.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Qatar svela le carte, ecco il piano per la Costa Smeralda del futuro
"Calici di stelle" torna ad agosto in Puglia
Cortina si prepara a 'Festa delle bande'
Mercatini di Natale, Avvento di luci e colori
Civita Bagnoregio, il Festival del fumetto
Milano prima meta turistica italiana



wordpress stat