| categoria: Dall'interno

Forniture a istituto tumori, 7 arresti. Primario ai domiciliari

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli e del Nucleo Speciale Polizia Valutaria hanno eseguito misure di custodia cautelare (arresti domiciliari) e provvedimenti di sequestro patrimoniale nei confronti di sette persone responsabili, tra l’altro, del reato di corruzione nell’ambito dei rapporti di fornitura di prodotti all’ Istituto Nazionale Tumori Fondazione “Pascale” di Napoli.
Tra i destinatari dei provvedimenti figura anche il primario Francesco Izzo che, insieme con la moglie, aveva costituito due società attraverso le quali faceva da intermediario per l’approvvigionamento di dispostivi medicali (macchinari) che il Pascale acquistava per le cure antitumorali. Arrestato anche un dirigente amministrativo “compiacente”, alcuni imprenditori del settore farmaceutico e un informatore scientifico.
Complessivamente i finanzieri hanno sequestrato beni per quasi due milioni di euro.

Ti potrebbero interessare anche:

Mafia: Napolitano chiamato deporre al nuovo processo Borsellino
SANVALENTINO/ Confesercenti, 7 su 10 tagliano la cena romantica
Crac Coppola, l'immobiliarista condannato a 9 anni
«Avances sessuali» ad avvocatesse, trasferito il pm del caso Varani e dei Marò
Migranti: 28 cadaveri recuperati nel Canale di Sicilia, la guardia costiera mette in salvo 4.655 per...
Venezia, chiusi l’hotel Excelsior e la spiaggia dei vip al Lido



wordpress stat