| categoria: attualità

DIETRO I FATTI/ Il Viminale e i black block, la sfida cruciale del 25 marzo

Ci stiamo preparando a delle giornate decisamente impegnative, pericolose, potenzialmente molto pericolose. L’appuntamento Ue del 25 marzo a Roma rischia di essere l’ennesima trappola esplosiva della quale non abbiamo affatto bisogno, quella delle celebrazioni per il 60º anniversario della firma dei trattati di Roma in programma il prossimo fine settimana, con la partecipazione di numerose delegazioni diplomatiche straniere. C’è il timore che fra le manifestazioni di protesta per queste cerimonie, cominciate già venerdì con un’iniziativa a Montecitorio, possano esserci anche blitz da parte di movimenti estremisti e antagonisti. Ma anche di gruppi legati ai vecchi black bloc. Per questo motivo allo studio c’è anche il ripristino del controllo documenti alle frontiere per tutta la durata delle cerimonie e anche nei giorni precedenti. Una sospensione dell’area Schengen non è al vaglio, ma saranno intensificati i controlli dei documenti non solo di cittadini extracomunitari in entrata in Italia dagli aeroporti, dai porti e ovviamente fuori Roma da valichi di confine, ma anche di europei. Ma la vera paura è di trovarsi di fronte a iniziative violente, eversive, a sorpresa, da parte di un certo numero di “infiltrati”. E’ già accaduto, e le loro azioni potrebbero avere effetti devastanti. Roma a ferro e a fuoco? Sembrano tornati i tempi cupi, l’altra settimana si è avuto un assaggio di guerriglia urbana a Napoli. E’ bastato a tutti.Il questore di Roma ha già dato il primo segnale: niente incappucciati, si passa solo a visto scoperto. Ma ci si chiede se non ci siano misure più dirette, globali, esaustive del problema. Tipo vietare le manifestazioni comunque e dovunque, fermare preventivamente il maggior numero possibile di “antagonisti” riconosciuti, realizzare un cordone sanitario a maglie strette per filtrare gli accessi alla capitale. Come si fa nel resto del mondo per le emergenze, d’altra parte. Il ministro dell’interno Minniti fortunatamente sembra avere le idee abbastanza chiare. Vedremo se reggeranno all’impatto con i black bloc

Ti potrebbero interessare anche:

Camorra, preso Mariano capo clan Amato-Pagano
Carte di credito clonate: il racket in mano a Cosa Nostra
Utero in affitto, al via oggi il processo della Corte Ue



wordpress stat