| categoria: economia, Senza categoria

Tir al collasso, 21mila in meno da 2009

Tir angurie fermato Cortina,in cassone 3 immigrati minorenniDall’inizio della crisi (2009) a oggi si contano quasi 21.000 attività in meno, lasciando senza un’occupazione almeno 70.000 addetti: assieme alle costruzioni, l’autotrasporto ha subito i contraccolpi più negativi di questo momento difficile. Il crollo della domanda, i costi di esercizio record, la concorrenza sleale praticata dai vettori stranieri e i pagamenti sempre più dilatati nel tempo, secondo la Cgia di Mestre, ne hanno fiaccato la tenuta. Un mix di criticità che, da quest’oggi, ha fatto scattare lo stato di agitazione della categoria. Quello del trasporto su strada è un settore molto importante per l’economia italiana; gli artigiani di Mestre ricordano che le 84.500 imprese del settore distribuiscono l’85,4% delle merci che viaggiano in Italia. Oggi in programma la mobilitazione degli autotrasportatori in venti città e 11 regioni: chiedono al Governo di rispettare gli impegni assunti con le imprese e di risolvere i numerosi problemi rimasti senza risposte.

Ti potrebbero interessare anche:

Gli italiani si fidano più del Cavaliere che di Monti. E Bersani non sfonda
Lunedì doppio sciopero, 24 ore per linee periferiche urbane e 4 per l'Atac
Ferrari è il brand più influente del mondo. Meglio della Coca Cola
Il governo ferma la legge del Lazio sull'acqua "pubblica"
Quattro pensionati su dieci sotto mille euro
Bologna, scontri, cariche e feriti per il corteo degli antagonisti



wordpress stat