| categoria: Roma e Lazio

Mafia Capitale, Buzzi chiama a testimoniare Zingaretti e Leodori

Mafia Capitale, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori saranno sentiti il 21 marzo prossimo nell’aula bunker di Rebibbia.

La citazione dei due esponenti politici e’ stata disposta dai giudici della decima sezione penale del tribunale accogliendo una precisa richiesta della difesa di Salvatore Buzzi, il presidente della cooperativa ’29 giugno’.
Zingaretti e Leodori, in realta’, erano gia’ stati chiamati a deporre nei mesi scorsi ma si erano avvalsi della facolta’ di non rispondere in quanto indagati in un procedimento stralcio che poi il gip Flavia Costantini ha archiviato il 7 febbraio scorso, recependo le conclusioni della Procura di Roma.

Ora che le accuse sono cadute, entrambi dovranno rispondere alle domande dell’avvocato Alessandro Diddi, difensore di Buzzi che in questi giorni, collegato in videoconferenza dal carcere di Tolmezzo, ha reso un lunghissimo esame sui suoi rapporti con gli esponenti della politica e raccontato la sua verita’ sulla gestione di alcuni appalti ritenuti illeciti dai pm.

Per il 21 marzo e’ prevista anche la citazione di Antonio Lucarelli, l’allora segretario del sindaco Gianni Alemanno: anche Lucarelli, a suo tempo, si era avvalso della facolta’ di non rispondere perche’ indagato. Finita in archivio pure la sua posizione, ora puo’ rispondere alle domande delle parti.

Ti potrebbero interessare anche:

Marino, Roma Capitale a misura di anziano
APPALTI/Sequestri per 4mln a "cricca" Balducci per farse fatture per fondi neri
ROMA/Bilancio: Marino, ora piano sviluppo programmato, ma non privatizzazioni municipalizzate
EBOLA/Arrivato a Pratica di Mare il medico contagiato dal virus
Tor Sapienza, terrore nella notte: decine di immigrati fuggono dall'edificio in fiamme
ELETTORANDO/ Estremisti assaltano gazebo Casapound: feriti anche 4 poliziotti



wordpress stat