| categoria: Dall'interno

Pisa, con l’auto nel fiume Serchio, tre morti

Sono tre uomini, tutti di nazionalità romena, le vittime dell’incidente nel pisano che ha visto un’auto finire nel fiume Serchio, in località Ripafratta, vicino San Giuliano Terme.

Il recupero dell’auto precipitata la notte scorsa risulta particolarmente difficoltoso anche perché, secondo i soccorritori, il ponte non è in grado di sostenere il peso di un’autogru. Si sta procedendo quindi con l’uso dei verricelli e di alcuni ‘palloni’ per riportare la macchina in linea di galleggiamento. Finora sono stati estratti due corpi, uno dei quali di un ragazzo di 26 anni, mentre non si trova la terza vittima, il cui cadavere potrebbe essere intrappolato sotto il veicolo o trascinato a distanza dalla corrente. Sono infatti in corso anche alcune perlustrazioni sul fiume alla ricerca del corpo mancante, mentre non si trovano conferme ufficiali alla voce che si era diffusa attraverso i familiari delle vittime della presenza a bordo di una quarta persona, un amico dei tre rumeni deceduti nell’incidente.

Allo stato quindi per i soccorritori vi è solo la certezza che le persone coinvolte siano solo i tre, parenti tra loro, dei quali i familiari avevano denunciato il mancato ritorno a casa ieri sera e che viaggiavano sulla Volkswagen Passat precipitata nel fiume dopo avere sfondato il parapetto del ponte sotto il quale stamani è stata avvistata l’auto da una pattuglia della polizia municipale che si è accorta del muro abbattuto.

Ti potrebbero interessare anche:

NAPOLI/Abusi in cimitero, una veranda tra le tombe
L'AQUILA/Litiga con la fidanzata e si accoltella, ricoverato in prognosi riservata
EXPO/ Scatta il monitoraggio per Italiana Costruzioni
L'isola di Budelli a un neozelandese: l'ha acquistata per 2,9 milioni di euro
Boom di domande per un concorso in Bankitalia, 85mila per 30 posti
In vacanza sos smartphone, il 96% lo usa alla guida



wordpress stat