| categoria: politica

Grillo, nessun ripensamento dopo Genova: “Chi non è d’accordo si faccia il suo partito”

Nessuna marcia indietro, anzi: il contrattacco. Dopo il caso Genova che ha scosso i Cinque Stelle – la candidata sindaco eletta online, Marika Cassimatis, è stata destituita da Beppe Grillo con un post sul blog, senza entrare nel merito di alcuna contestazione – il comico e fondatore del M5S rilancia: “Dobbiamo intenderci su che cos’è la democrazia. Una democrazia senza regole non è una democrazia. Noi – spiega Grillo – abbiamo le nostre regole e io, da garante, le faccio rispettare. Chi non è d’accordo, si faccia il suo partito”.
Il “metodo Genova” quindi non è in discussione, anche se nella città del comico la vicenda sta costando decine di addi di attivisti. “Il metodo è giustissimo. E’ tutto spiegato nel blog. Io sono il garante”, le parole di Grillo, a Roma per un convegno organizzato dai Cinque Stelle sull’acqua pubblica.

Intanto dopo il veto posto da Grillo sulla sua candidatura, Cassimatis ha rimandato ogni comunicazione ad una conferenza stampa che verrà convocata nei prossimi giorni. “Da oggi – ha scritto sulla sua pagina Facebook – annullo tutte le interviste che mi sono state richieste e mi dichiaro in silenzio stampa poiché risponderò a tutti nella conferenza pubblica che terrò a Genova e di cui a breve renderò noto luogo e data”. La ormai ex candidata sin da subito ha chiesto chiarimenti sul perché della sua esclusione ma ad oggi non ha ricevuto alcuna comunicazione da parte dello staff. Il nuovo candidato sindaco invece, Luca Pirondini, è ormai silente da quattro giorni.

Nel frattempo, il M5S perde un altro pezzo ancora in Liguria. Valter Chiappini, consigliere comunale di Sarzana, si è autosospeso. Fonderà il gruppo consiliare “Sarzana in Movimento”. Il casus belli la presenza a sorpresa in una riunione del M5S sarzanese della capogruppo regionale Alice Salvatore, secondo Chiappini per controllare e “provocare” i cosiddetti eretici vicini al fuoriuscito Francesco Battistini. “Esco da un sogno trasformato in incubo”, scrive oggi Chiappini in una lettera aperta. “I principi del Movimento sono oggi un cumulo di macerie, demoliti da questa pazzesca deriva”.

Ti potrebbero interessare anche:

Letta senza pudore a Wall Street, l'Italia è un paese virtuoso
Legge Stabilità, più respiro ai Comuni. Ma esplode il caso-sanità, troppi tagli
Di Pietro, c'è un sistema di tangenti anche per gli appalti Rai
Tangenti, il governo prepara la stretta sugli appalti
Battesimo di sinistra italiana, polemica con Bersani
Il "nuovo" Grillo torna al comando del Movimento: si apre la "fase due"



wordpress stat