| categoria: Musica

Goodbye, la denuncia della violenza con la voce delicata di Elena Sanchi

elena_sanchi2Goodbye è il nuovo singolo inedito di Elena Sanchi che esce dopo il  disco d’esordio Cuore migrante, un album che ha riscosso numerosi apprezzamenti da parte della critica e la candidatura alle Targhe Tenco 2015 come miglior opera prima.

Goodbye invita  a riflettere sul tema dell’amore, attraverso le più belle canzoni italiane del mondo cantautorale maschile interpretate dalla voce di una donna.

Goodbye è un brano di denuncia contro la violenza sulle donne, sia essa fisica che psicologica o morale.
E’ tornato via da lei/come un serpente / mi ha iniettato il suo veleno/ che mi uccide ancora./ Dentro ad ogni sguardo io ti cercherò/ ai margini del mondo io mi perderò/e quando la neve tutto ricoprirà/sarà per sempre e sempre di più.”

Quando la sofferenza diventa insopportabile, una donna trova sempre dentro di sè la forza e il coraggio di reagire e di vincere le sue paure perché piano piano impara ad accettarle.
L’accettazione – per Elena – non è la rassegnazione dei deboli, ma un atto di coraggio e di fede che avviene quando la mente smette di fare resistenza e comincia a lasciare andare quel dolore, osservandolo e prendendone in tal modo consapevolezza e allo stesso tempo distanza.

Elena, tutto questo lo fa con passione e determinazione. Un desiderio che diventa professione. Si laurea in Giurisprudenza con una tesi sulla tutela dei minori che la porta in Africa come operatrice volontaria.
E’ questo il primo di una serie di viaggi che l’aiuteranno a comprendere e a rendere più chiaro il suo percorso artistico.
La critica la definisce una cantautrice dall’acuta sensibilità e dalla delicatezza della voce e dell’anima.

Ascolta l’Intervista a Elena Sanchi <clicca qui> (in onda nel circuito radio ItaliaStampa)

(Francesco Vitale)

Ti potrebbero interessare anche:

Tiziano Ferro canta “Lo Stadio”, da domani il singolo in radio
Lady Gaga a sorpresa a Baku canta 'Imagine'
Nomadi, il nuovo singolo è 'Così sia'
Le quattro giornate di Vasco
Jovanotti, 50 anni da "ragazzo fortunato"
TV: 'LA ROSA E IL BAMBINÒ VINCE 61/O ZECCHINO D'ORO



wordpress stat