| categoria: Senza categoria, società

Super ricchi in viaggio, valgono 7,3 miliardi e non badano a spese

Sono quasi 14 milioni in tutto il mondo le persone che detengono un patrimonio di almeno un milione di dollari (escluso l’immobile di residenza), mentre i billionaire, cioè quelli che sfondano il miliardo di dollari sarebbero 2100. Sono soprattutto loro, i ‘Paperoni’, quelli che alimentano il mercato dei viaggi di lusso, un settore che nel 2016 è cresciuto di un altro 7% e ha generato un giro di affari di 7,3 miliardi di euro. E che interessa tantissimo il nostro Paese visto che il Luxury Travel rappresenta il 12,2% dei flussi di viaggiatori in Italia, addirittura il 20% se si considerano solo i turisti stranieri. I Super ricchi d’altra parte viaggiano tanto (frequent traveler nel linguaggio degli operatori del settore) sempre di più, e non badano a spese: 3265 euro di media per viaggio/persona. Sono questi alcuni dei dati di uno studio condotto da due ricercatrici della Università Bocconi di Milano che sarà presentato il prossimo 4 aprile nella giornata conclusiva della Bit, la Borsa internazionale del Turismo che si svolge dal 2 al 4 aprile a FieraMilano city.

Il Luxury Travel – sottolineano i primi dati anticipati della ricerca -può contare sul 185 miliardi di euro di fatturato generati da ospitalità alberghiera e crociere di lusso a cui vanno sommati almeno una parte dei 112 miliardi prodotti da food e wine, mentre le crociere si segnalano con un trend in crescita del 5% anche nel 2016. In Europa questo frutta lavoro per 1.700.000 addetti di cui 550.000 solo in Italia.

Ecco l’identikit del ‘riccone’ (High Net Worth Individuals nel termine tecnico della ricerca): si tratta di persone sulla quarantina, consumatori consapevoli delle loro scelte che danno molta importanza alla famiglia e agli amici, che ambiscono a trovare un equilibrio tra lavoro e vita personale, che amano le esperienze più che i simboli di status, che percepiscono la ricchezza come mezzo per vivere appieno la vita e che amano i viaggi, l’enogastronomia e, tra gli sport, il golf.

Sono soprattutto statunitensi, cinesi, giapponesi, canadesi (l’Italia nella top ten dei milionari in dollari è al decimo posto) ma sono i nuovi ricchi dei paesi emergenti a segnare il trend più in crescita: India +12,8%, Russia +9%, Paesi del Golfo +4,5%. L’Italia, che risulta stabilmente meta più desiderata dai Luxury Travel stranieri – sottolinea la ricerca – ha ancora margini di miglioramento sia per quanto riguarda gli arrivi, sia per quanto concerne la spesa. Secondo gli esperti del settore, per crescere ancora deve fare leva sulla propria cultura e sulla propria identità rivedendola in chiave contemporanea.).

Ti potrebbero interessare anche:

CANDIDATI E SANITA'/ Storace in visita alla Fondazione S.Lucia: "Non permetterò che muoia"
Destro risorge e la Roma torna a vincere e a sognare
Nuova tragedia nel Mediterraneo, almeno 20 morti al largo della Libia
Torna la transumanza sulle vie degli antichi pastori
PUGILATO/ Mondiali Aiba, disastro Italia. Fuori anche Mangiacapre
DOPO MINACCE BOICOTTAGGIO TRUMP NON ANDRÀ A CERIMONIA ARTISTI



wordpress stat