| categoria: sport

Ancora Belotti! Raggiunto Dzeko, ma il suo Toro impatta con l’Udinese: 2-2 nel lunch match

Rimonta granata dopo che l’Udinese era stata brava ad andare sul doppio vantaggio grazie alle reti di Jankto e Perica. Moretti riapre la gara sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi è il solito Belotti che all’83’ firma il gol del pareggio alla sua 100esima presenza in Serie A.

belottiIn casa, il Torino aveva perso in una sola occasione (contro la Juventus nel derby) e la squadra di Mihajlović non voleva rovinare la propria media allo stadio Grande Torino. Che fatica però contro l’Udinese che fa la sua partita, giocando in attesa pronta a ripartire in contropiede come fatto con le reti di Jankto e Perica. I friulani contano anche altre occasioni ma alla fine esce il Torino, come sempre pericoloso sulle palle inattive. Due traverse per Belotti e un palo per Rossettini, ma sull’ennesimo calcio d’angolo arriva la rete di Moretti che riapre la partita e riaccende la voglia dei granata. Mihajlović, nel finale, si gioca il 4-1-5 con Boyé e Maxi López e la scelta è quella giusta con Belotti che ha più spazio per colpire e fare male. Che voglia di fare del classe ’93 che raggiunge immediatamente Džeko in testa alla classifica marcatori, erano tanti anni che non si vedeva un bomber italiano così presente per tutta la stagione. Anche la Nazionale ringrazia…

Ritmi bassi nella prima parte di gara con il Torino che fatica a trovare Belotti, ben marcato in area di rigore. C’è un’unica vera occasione per i granata, ma Zappacosta non trova la porta di Scuffet con una conclusione dal limite. L’Udinese si mangia, invece, le mani per la doppia occasione avuta nella stessa azione: prima ci prova Perica che non trova la porta in diagonale, c’è Zapata sul secondo palo ma il colombiano manda a lato in spaccata. Il Torino così si sveglia, ma si deve arrendere alla traversa di Belotti e al palo di Rossettini.

In avvio di ripresa si fa subito vedere il Torino, ma Scuffet risponde presente sulla conclusione da fuori di Acquah. Dall’altra parte non sbaglia invece Jankto, che approfitta di un errore in fase di impostazione di Rossettini per puntare la porta e trafiggere Hart con un gran sinistro. Mihajlović a questo punto manda nella mischia un altro attaccante (Boyé) ma è l’Udinese ad avvicinarsi al 2-0 con Widmer che calcia alto da buona posizione. Belotti prova a caricarsi la squadra sulle spalle, ma il classe ’93 viene murato da un provvidenziale Heurtaux e centra un’altra traversa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. I friulani in contropiede colpiscono ancora e al 68’ c’è il 2-0 di Perica che approfitta del lavoro svolto dalla premiata ditta Badu-Zapata; sembra finita ma due minuti più tardi riesce a riaprirla Moretti sugli sviluppi di un corner. Entra anche Maxi López e con 5 attaccanti il Torino riesce a trovare il 2-2: l’incornata è quella di Belotti sull’assist di Zappacosta.

Ti potrebbero interessare anche:

Maradona chiede giustizia e sogna la panchina del Napoli
Cori razzisti e striscioni, daspo a quattro ultrà della Lazio
F1 MONACO/ Ancora incidente alla Ferrari, Massa soccorso
Il Parma torna in campo, con l'Atalanta si gioca. Da Lega via libera a salvataggio
SCANDALO CATANIA/ Pulvirenti confessa: "Ho comprato cinque partite a 100 mila euro l'una"
BASKET:; DOMANI A VENEZIA C'È IN BALLO IL TITOLO



wordpress stat