| categoria: sanità Lazio

Vicariato, sconcerto per Ru486 ‘facile’

Dieci sacchi pieni di scatole di pillola abortiva Ru486: così si è presentato Silvio Viale, ginecologo dell'ospedale S.Anna di Torino, al congresso dell'associazione Luca Coscioni in corso a Milano, 7 ottobre 2012 ANSA/ADELE LAPERTOSA

Dieci sacchi pieni di scatole di pillola abortiva Ru486: così si è presentato Silvio Viale, ginecologo dell’ospedale S.Anna di Torino, al congresso dell’associazione Luca Coscioni in corso a Milano, 7 ottobre 2012
ANSA/ADELE LAPERTOSA

Forte critica del Vicariato alla distribuzione della pillola abortiva senza ricovero, così come progettato dalla Regione Lazio. “Suscita profondo sconcerto e forte preoccupazione – sottolinea la diocesi di Roma – la notizia della prossima distribuzione della pillola abortiva Ru486 nei consultori familiari della Regione Lazio e delle motivazioni che si adducono per giustificarla”. La Chiesa rileva che “tale decisione veicola il messaggio dell’aborto facile”.
Per la diocesi del Papa, quella di Roma, il ricovero ospedaliero non è un “fatto ideologico”, ma è necessario per la sicurezza della donna. “Sono ben altre le reali priorità della sanità laziale”.

Ti potrebbero interessare anche:

Asl di Latina sotto tiro, c'è un ospedale di troppo. Va tagliato
Il Pd chiede la testa di D'Amato, responsabile della cabina di regia sulla sanità
Nel Lazio si aggrava la crisi delle strutture private
GIUBILEO/ Corsa contro il tempo per le ambulanze, deserto il bando dell'Ares 118
Asl Roma1-Aimo, secondo appuntamento per “I martedì dello Screening”
ASL ROMA4/ Come partorire in sicurezza al S.Paolo di Civitavecchia ai tempi del Coronavirus



wordpress stat