| categoria: sanità Lazio

Il sub-commissario governativo Bissoni abbandona. Ne ha abbastanza?

front7992423Si è dimesso il sub commissario alla Sanità del Lazio, Giovanni Bissoni. Ha rassegnato le proprie dimissioni al Governo che lo aveva nominato nel dicembre 2014. Una scelta che sarebbe stata presa per motivi personali, secondo quanto riferisce la Regione Lazio in una nota.Secondo quanto si apprende da Repubblica, Bissoni avrebbe spiegato che “dopo due anni e mezzo è arrivato il momento di lasciare, è stata un’esperienza importante, e sono davvero grato a chi mi ha dato questa opportunità perché è stato un capitolo della mia vita professionale formativo”. Ma ora “è arrivato il momento di chiudere questo capitolo e lo faccio soprattutto per motivi personali, non mollare adesso significava arrivare al 2018 ed è davvero troppo in là per me, il lavoro, quello importante, è stato impostato e i tempi mi sembravano quelli giusti per dire basta”.Il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, spera che comunque Bissoni ci ripensi. “Insieme a Giovanni Bissoni abbiamo lavorato per anni in modo intenso e proficuo. Gli obiettivi raggiunti sono stati eccezionali, ed ora il Lazio, dopo un decennio, sta per uscire dal commissariamento sulla sanità. E’ per questo che auspico che l’ultimo pezzetto di strada, il più gratificante, lo si possa fare insieme. Tagliare il traguardo con la stessa squadra sarebbe il giusto coronamento di una stagione difficile, ma piena di risultati inimmaginabili”, ha detto Zingaretti in una nota.

“Poche settimane fa Zingaretti provava a sostenere che la situazione della sanità stesse migliorando, soprattutto per quanto concerne il disavanzo, e proprio oggi apprendiamo della lettera di dimissioni presentata dal sub commissario per la sanità nel Lazio Giovanni Bissoni ( nominato dal Governo). Dopo gli addii in passato di alcuni Dg delle Asl, che hanno lasciato il Lazio per altre regioni, dopo l’uscita di scena pochi giorni fa dell’Ad di Cotral, oggi arriva un altro pesante passo indietro. Chiediamo a Zingaretti di disdire i suoi impegni e di venire in aula mercoledi prossimo, quando si svolgerà il consiglio straordinario sulla sanità: in quell’occasione dovrà darci spiegazioni sui tanti problemi del settore, dalle liste d’attesa ai pronto soccorso al collasso, alla carenza cronica di personale. E ora dovrà anche dirci il perché della fuga da parte della personalità nominata dal Governo al controllo dei conti della sanità regionale”.Lo dichiara il Capogruppo di forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma

Ti potrebbero interessare anche:

Lunedi' il commissario Palumbo incontra le parti sociali
M5S all'attacco, vuole chiarezza sul "caso-Ares 118"
Zingaretti porta 30 posti in più a Colleferro. A una settimana dalle Comunali
Arrivano 36 assunzioni alla Asl di Latina
Il Pd parla della sanità laziale, convegno il 15 dicembre
AL VIA PROCEDURE PER ELISUPERFICIE 118 A SUBIACO



wordpress stat