| categoria: Dall'interno, gusto

Agli italiani piace la moka, 87% la sceglie per caffè a casa

de9288a6a05cd7ac2d090b420e478980 Agli italiani piace la moka. Il rituale del caffè preparato e gustato tra le mura domestiche, invece che al bar, è il più amato tanto che il totale dei consumatori di caffè a casa è dell’87 per cento (1,1 caffè al giorno) e gli amanti della moca sono il 62 per cento. Sono i dati diffusi da Lavazza in occasione della presentazione a Milano del nuovo caffè macinato single origin, le due selezioni di varietà 100 per cento arabica provenienti dall’altopiano sabbioso del Cerrado in Brasile (Cereja Passita) e dalle pendici delle Ande peruviane (Selva Alta).

L’utilizzo della moka è in crescita soprattutto tra i giovani tra i 18 e i 34 anni, rappresentano il 29 per cento dei consumatori. Il mattino è il momento più amato per un caffè a casa (89%), soprattutto per la colazione (55%) e al mattino presto (41%), segue il momento del pranzo (63%), in particolare nel dopo pasto (51%). Sono gli italiani del sud che amano più di tutti la preparazione in moka (35%), legata alla tradizione, al secondo posto il nord-ovest (26%). Il caffè si apre a nuovi trend di preparazione, che piacciono soprattutto ai giovani, come quelli in filtro con i metodi di estrazione Chemex e Plunger. Con il metodo Chemex il caffè viene preparato e filtrato in una brocca di vetro, attraverso un filtro di carta porosa per mantenere gli aromi. Le Sigle origin “sono un progetto nuovo per Lavazza., il fondatore Luigi è stato l’inventore del blend, della miscela tra robusta e arabica, mentre questi caffè sono 100 per cento arabica”, ha spiegato Andrea Mazza, food specialist e chef trainer di Lavazza. Con questi prodotti ” Lavazza vuole comunicare in modo nuovo il caffè macinato, integrando l’innovazione di marca con l’esperienza sempre più premium e di tendenza della moka, in linea con gli stili di vita contemporanei, che armonizzano innovazione e tradizione, velocità e ritualità, globalità e origine – ha spiegato Alexandre Lourdeaux, Head of Home Roast & Ground di Lavazza. – Sono infatti i consumatori più giovani, amanti del buon cibo e dei viaggi, curiosi e attenti ai temi dell’impatto ambientale, che vogliamo raggiungere grazie alla qualità e alla sostenibilità di Cereja Passita e Selva Alta”.

Ti potrebbero interessare anche:

La piadina romagnola alla conquista del Sol Levante
A scuola a ottobre per prolungare la stagione turistica? Non se ne parla
TERRORISMO/ Blitz contro i neofascisti, via agli interrogatori
ROMA/ Chianti Fresco + Calici Eccellenti. Due appuntamenti da non perdere
Consorzio mandorla Avola, non svendete prodotti
A Mantova, Cremona e Pavia il Festival della Mostarda



wordpress stat