| categoria: Roma e Lazio

LA GUERRA DEI RIFIUTI/ Ci si mette anche il New York Times: «Città sporca, Raggi non ha fatto quasi nulla»

«A Roma ci sono rifiuti quasi ovunque» e i politici «continuano a promettere – e falliscono – di tenere il problema sotto controllo». Lo afferma un editoriale del New York Times firmato da Frank Bruni. «La situazione» dei rifiuti «è peggiore del solito e più deprimente che mai, perché i romani hanno eletto lo scorso anno un giovane sindaco di un nuovo e giovane partito politico che si era impegnato a cambiare le cose. Quasi 11 mesi dopo, non ha fatto quasi nulla del genere» si legge nell’editoriale dal titolo la “Sporca metafora di Roma”.
Bruni mette in evidenza il contrasto della città, con i monumenti tirati a lustro e la spazzatura. I rifiuti «sono la prima cosa che i romani nominano a chi gli chiede della loro città in questi giorni. Ma anche la seconda e la terza» si legge nell’editoriale, dove viene citato Massimiliano Tonelli, tra i fondatori di Romafaschifo, che descrive la situazione come «tragica. Nessun altro paese europeo ha la sua capitale in queste condizioni».

Il New York Times si spinge anche oltre. «Non sono solo i rifiuti. È la profusione di venditori ambulanti senza licenza nelle strade. Gli irregolari trasporti pubblici. La corsa a ostacolo delle auto parcheggiate dove non dovrebbero essere parcheggiate».

Ti potrebbero interessare anche:

Anffas Ostia alle corde: l'Agenzia delle Entrate sblocchi i fondi
Multiservizi, i lavoratori esultano: sospeso appalto Cns, salvati i nostri posti di lavoro
Dopo street control ipotesi di multe via mail
Età 9 e 11 anni, professione ladri. Due piccoli rom presi con 20mila euro di merce rubata
Cisterna in fiamme. Esplode un distributore sulla Salaria, due morti e 17 feriti
CSM:13 IN CORSA PER IL DOPO PIGNATONE, LO VOI TRA I PAPABILI



wordpress stat