| categoria: Senza categoria

Secondo ristorante a fuoco in 24 ore a Ostia. Un avvertimento?

Il secondo incendio in due giorni. Dopo l’attentato incendiario al ristorante “Peppino a Mare” di Ostia, ancora fiamme sul litorale. Nella notte, è andata bruciata la veranda del locale “La Bettola” di viale di Castel Porziano. Anche se gli inquirenti escludono un possibile collegamento tra i due episodi, la matrice sembra essere la stessa. Nel ristorante dei vip a Ostia il messaggio è apparso inquietante: le fiamme non sono state appiccate, ma è stato cosparso il locale di liquido infiammabile. Una circostanza che ha tutto il sapore dell’avvertimento. All’Infernetto, invece, il fuoco ha distrutto la veranda esterna dell’attività commerciale.

Non sono state trovate taniche di benzina sul posto dalla polizia del Lido che ora sta portando avanti le indagini, ma la pista del dolo sembra la più accreditata soprattutto alla luce degli accertamenti condotti dagli inquirenti.

Il ristorante “La Bettola” è infatti riconducibile ad un pregiudicato, coinvolto nel 2013 in un giro di narcotraffico con contatti tra la ‘ndrangheta calabrese e il sud America. L’operazione denominata “Santa Fè 2013” ha permesso alla sezione GOA della Guardia di Finanza di Catanzaro di scoprire una consorteria criminale calabrese con ramificazioni all’estero per quanto riguarda lo spaccio di droga.

Ti potrebbero interessare anche:

Dalla Puglia al Veneto, dove si sposano vip e star
MAFIA/ A Roma non è guerra, ma gli omicidi hanno una finalità strategica
Sterminò la famiglia nell'89, Carretta vivrà libero nella casa di Forlì
Atene presenta una nuova proposta, si sblocca il negoziato
Salute, "due passi in centro", campagna per rimettere in moto gli "over 65"
Trump alla Casa Bianca: “Sarò il presidente di tutti i cittadini americani”



wordpress stat