| categoria: sanità Lazio

Innovazione digitale in Sanità, premiata l’Azienda Ospedaliera S.Giovanni-Addolorata

L’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata è risultata vincitrice del Premio Innovazione Digitale in Sanità 2017, giunto all’ottava edizione, della School of Management del Politecnico di Milano nella categoria “integrazione con il territorio”.
A seguito delle valutazioni di una giuria qualificata, il riconoscimento è stato assegnato alle strutture sanitarie che si sono maggiormente distinte nella capacità di utilizzare le moderne tecnologie digitali, selezionate tra 10 finalisti.
Il premio dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità, che punta a creare occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti della Sanità Italiana per capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e miglioramento, è stato consegnato in occasione del convegno tenutosi al Politecnico di Milano “La Sanità alla rincorsa del cittadino digitale” tenutosi presso il Campus Bovisa, Milano il 4 maggio 2017 al Dr Michelangelo Bartolo, responsabile del servizio di Telemedicina che da oltre 15 anni è impegnato nel settore della Telemedicina e della cooperazione internazionale.
Il Premio, che giunge come riconoscimento all’impegno costante che l’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata ha dimostrato nel settore della Telemedicina, ha avuto la seguente motivazione:

Categoria “Integrazione con il territorio
Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata (Roma) ha ritirato il Premio per la categoria “Integrazione con il territorio” con il progetto di Telemedicina rivolto ai centri del progetto DREAM in Tanzania, avviato nel 2014 per garantire a popolazioni svantaggiate in zone disagiate teleconsulti multi-specialistici da parte di diversi medici, sia dell’Azienda Ospedaliera S. Giovanni che di altre strutture sul territorio nazionale, per un totale di circa 100 specialisti coinvolti. Nelle prime fasi, il progetto ha riguardato la sola cardiologia presso i centri di Arusha e Iringa in Tanzania, mentre attualmente il servizio prevede la copertura di ben 18 specialità mediche in vari centri sanitari del paese africano: ad oggi il servizio di Telemedicina dell’AO San Giovanni Addolorata ha funzione di help desk per 24 centri di Telemedicina diffusi in 9 Paesi dell’Africa subsahariana. I medici prestano la loro professionalità rispondendo gratuitamente ai quesiti clinici, fornendo consigli diagnostici e terapeutici. Dopo anni di attività, il progetto è stato potenziato realizzando una piattaforma informatica che ha la possibilità funzionare anche offline; il servizio permette di gestire le richieste per i teleconsulti e smistarli automaticamente ai medici disponibili in base a specialità medica, triage d’urgenza e idioma richiesto. Per migliorare le strategie di comunicazione viene utilizzato WhatsApp, che ha l’esclusivo scopo di facilitare la comunicazione tra medici, tecnici e centro servizi e non viene usato per trasferire notizie cliniche dei pazienti.
Unisalute, la prima assicurazione sanitaria in Italia per numero di clienti gestiti che opera con più di 9.000 strutture sanitarie convenzionate in tutta Italia, ha ricevuto una menzione speciale in questa categoria per il progetto Monitor Salute sviluppato in partnership con Vree Health (Gruppo MSD). Si tratta di un servizio di telemonitoraggio per i pazienti affetti da patologie croniche, che li accompagna nel loro percorso di cura, monitorandone lo stato di salute sia dal punto di vista preventivo – riducendo quindi l’accesso a prestazioni sanitarie evitabili – sia nelle fasi diagnostiche e terapeutiche. A due mesi dal lancio sono stati arruolati circa 200 utenti e lo stretto rapporto istaurato con il paziente ha consentito, laddove necessario, di rilevare eventuali problematiche legate alla posologia dei farmaci, e conseguentemente di modificare l’approccio terapeutico.

Ti potrebbero interessare anche:

Allarme Hiv, oltre 8 nuovi casi per 100mila residenti nella Regione
Al Pronto Soccorso del S.Andrea niente codici gialli e verdi fino a novembre? Regione smentisce
TUMORI/ Al Regina Elena "Insieme più belle", make up contro la malattia
Ha una malattia rara, rimane senza farmaco per colpa della Asl. Esposto ai carabinieri
Sanità esplosiva in Ciocaria, due aggressioni in 48 ore al Pronto Soccorso
Ora i romani sono soddisfatti del servizio Farmacap



wordpress stat