| categoria: turismo

Carloforte, perla del Mediteraneo, è tempo di Girotonno

Girotonno a Carloforte
Un festival originale che racconta di “Uomini, storie e sapori sulle rotte del tonno”. A Carloforte, perla del Mediterraneo davanti alle coste sud occidentali della Sardegna, dove da tempo immemore si pesca il Re dei pesci, è tempo di Girotonno. Per quattro giorni, dal 22 al 25 giugno, nella cittadina sull’isola di San Pietro, dove si parla il tabarchino, si incontrano gusti, culture, tradizioni e modernità.
Il programma è accattivante tra golosi assaggi di ricette di ieri e di oggi, stand, i concerti di Nek, il 22 giugno, e Fiorella Mannoia, il 23, sfide ai fornelli, cooking live, spazi di intrattenimento sportivo, giochi per i piccoli e visite guidate a Carloforte e dintorni. Momento clou, l’International Tuna competition, gara gastronomica tra rinomati cuochi di fama internazionale impegnati a esaltare e mettere in luce con la loro arte culinaria le qualità del tonno. Tra gli sfidanti, valutati da una giuria tecnica e una popolare, chef da Italia e Norvegia, dal Giappone con Haruo Hichikawa, premio Girotonno 2015, e dal Perù con Rafael Rodriguez, premiato nel 2016.
Piatti gourmet con squisite proposte a base di questo prezioso ingrediente sono le portate principali anche nei Cooking live. Protagonisti cuochi blasonati come Filippo La Mantia, l’oste e cuoco siciliano più famoso d’Italia, Stefano De Gregorio, di Busto Arsizio (Varese), chef resident di Saporie Lab di Milano.
Si potrà così imparare direttamente dalle loro mani l’arte e le finezze nel preparare e cucinare in diretta questi pregiatissimi pesci che nelle loro traversate da millenni passano lungo le coste della Sardegna. Sul palco a condurre le serate sarà Federico Quaranta, conduttore radiofonico e televisivo. La 15esima edizione del Girotonno offre l’opportunità di scoprire e godersi questo angolo di Sardegna, isola nell’Isola, dove vive una comunità di tradizione linguistica ligure, meta per estimatori del turismo ricercato e di qualità.
“Le quattro giornate carlofortine permettono di vivere l’identità e l’anima del territorio e di chi lo abita”, afferma il sindaco Marco Simeone. Le vie del centro storico e il lungomare pulsano di vita. Un viaggio a Carloforte in occasione di Girotonno è un’esperienza unica. E’ una delle poche tonnare storiche ancora attive nel Mediterraneo. Questo mare incontaminato, da secoli è percorso da branchi di tonno durante le loro migrazioni. “Pianificare una vacanza in quei giorni permette di lasciarsi sorprendere da almeno una delle numerose attrattive turistiche: paesaggi incantevoli, spiagge e calette da sogno, fondali incontaminati dove poter fare pesca subacquea o immersioni in profondità per ammirare il pregiato corallo – sottolinea ancora il sindaco – assaggiare piatti che raccontano il territorio”.
Ancora: escursioni alla scoperta di uno dei borghi più belli d’Italia, itinerari tra i ‘caruggi’ e le architetture del centro storico, case color pastello, scalinate, viuzze dove nell’aria si sentono profumi della cucina marinara, il fascino che offre la vista del porticciolo e il lungomare. Una cornice ideale, nella stagione giusta. Ce n’è abbastanza per un’esperienza indimenticabile.

Ti potrebbero interessare anche:

E' anti-crisi nei comuni "fioriti", il nuovo marketing turistico scommette sul green
In mostra a Castel S.Angelo i capolavori dell'archeologia "ritrovati"
EFFETTO CRISI/ Traffico, sarà un'estate senza bollini neri
Delizie d'Autunno nella Marca Trevigiana
A Cervinia con 'yousnow' divertimento sulla neve assicurato
Settimane bianche a Madonna di Campiglio, scoperta truffa on-line



wordpress stat