| categoria: sanità Lazio

Emergenza ricoveri al Goretti di Latina

Tempi di attesa infiniti, accessi record e numeri che ricordano quelli di dicembre e gennaio scorso, nel periodo del massimo picco influenzale, quando si diceva che il sovraffollamento non era che una condizione “fisiologica” dovuta alla stagione. Ma ora, a maggio inoltrato, il pronto soccorso si è ritrovato in una situazione identica, se non peggiore. Ieri alle 9 di mattina erano già 50 i pazienti in attesa di ricovero al pronto soccorso.
E l’estate non è neanche iniziata. La situazione di allarme, troppo simile a quelle già viste, ha fatto scattare nel pomeriggio di ieri l’intervento dell’azienda e una riunione con la direzione sanitaria e i vertici della Asl. L’obiettivo: monitorare la situazione e approntare nuove misure necessarie ad affrontare l’emergenza. Già nelle prossime ore saranno probabilmente operative nuove disposizioni previste in un piano di gestione del sovraffollamento. Si parla di un programma di dimissioni più rapide, di un blocco di ricoveri ordinari della durata di una settimana e di una temporanea sospensione delle ferie del personale, medici e infermieri. Ieri, intanti, in ospedale erano terminati persino i materassi disponibili.

Ti potrebbero interessare anche:

Malattie rare, al Bambino Gesù 410 bambini stranieri in tre anni
CEM/ Cri-Asl RmD, patto in extremis per salvare i contratti dei precari fino al 31 marzo
Il Tesoro approva i piani operativi di Zingaretti, "rivoluzione in dieci punti"
Nasce presidio Cri di primo soccorso al centro commerciale della Bufalotta
Open day e visite gratis al Regina Elena per la giornata dell'epilessia
VITERBO/ I "furbetti del cartellino" della Asl in tv a "Quinta colonna"



wordpress stat