| categoria: Roma e Lazio

RICORRENZE / Gli 85 anni degli Arcioni, festa grande per i leader delle enoteche storiche

348sA Roma festa grande per celebrare una ricorrenza storica per il mondo delle enoteche storiche.
nel 1932 la capitale nella regione di Nord Ovest si fermava proprio a Piazza Crati, quando un giovane romano di 25 anni, Mario Arcioni riuscì a realizzare il suo sogno, l’apertura di un negozio di dolciumi proprio sulla piazza dove aveva il capolinea il tram n.5 che vi arrivava dalla Stazione Termini. Il parco Virgiliano e le catacombe di Priscilla sono i siti di maggior prestigio nei paraggi. A quei tempi Piazza Crati era collegata con il 135 all’Aeroporto dell’Urbe, dove lavoravano molti dei clienti di Arcioni.
Mario Arcioni con il suo bel negozio seppe ben presto accattivarsi le simpatie dei ‘pionieri’ della zona. Ai dolci ben presto si aggiunse un eccellente caffè e il negozio divenne il Bar Torrefazione. Finita la guerra e dopo una prima ristrutturazione del 1951 l’azienda è conosciuta da tempo per i suoi gelati artigianali e l’intero assortimento cresce.
Intanto la nuova generazione, completati gli studi e il pesante tirocinio nell’azienda paterna avverte l’esigenza di riservare un futuro migliore al vino che, allora, era venduto soprattutto sfuso.In particolare Massimo e Claudio che danno vita ad una delle primissime enoteche romane, e nasce così l’Enoteca Arcioni. Con il tempo e l’esperienza arrivano i primi incontri di degustazione e l’affermazione della filosofia aziendale del “bere bene”. E quindi concorrono attivamente agli obiettivi aziendali Marcello e l’ultima generazione di figli e nipoti impegnati nella distribuzione.
Arcioni, Arcivino, Centro Vini Arcioni diventano di stagione in stagione bandiera del vino a Roma. Regalistica è la nuova ‘mission’ ed un intero reparto ‘Articoli da Regalo’ viene dedicato agli accessori del ‘bere con gusto’ e nella bellezza raffinata.
E’ di questi giorni un festeggiamento importante, la ricorrenza degli 85 anni dalla fondazione 1932-2017, a cavallo di due secoli.
Ed il luogo deputato è la Terrazza Arcioni, il più recente traguardo promozionale degli Arcioni. I vini di Livio Felluga e lo champagne Henriot.
Ma la sensibilità commerciale degli Arcioni e le loro attenzioni verso la clientela hanno innovato anche nel gelato (da loro nato sin dai giorni della fondazione) spostando la vetrina e l’offerta dei gelati,- “nei gusti di oggi” – direttamente sulla strada, in Via Nemorense per rispondere – con fantasia ed esperienza anche internazionale – alla curiosità del pubblico, soprattutto per quel consumo di strada, come si chiama oggi, veloce, sempre nuovo e diverso e al tempo stesso attento alla bontà.Nel 1932 è la prima gelateria del quartiere.

Ti potrebbero interessare anche:

Grazia di Michele e Dominella nella lista civica di Marino
Gabbiani, Anzaldi-Gelli (PD): 'Serve regolamento comunale'
Atac: multe a portoghesi,aumento del 16%
SCENARI/ Le mosse azzeccate del supercommissario
Il Campidoglio punta sul Grab, 146mila euro per il progetto definitivo
STADIO ROMA: SENZA CONTRATTO, UN GIALLO LA NOMINA DI LANZALONE



wordpress stat