| categoria: Dall'interno

In agriturismo gli ospiti stranieri sono il 57%

8928eea6c14735436b77bc3eba2e85b0
Nel 2015 le presenze in agriturismo sono state oltre 11,3 milioni (di cui 57% stranieri), con un incremento del 4,9% rispetto al 2014 e un giro di affari complessivo vicino a 1,2 miliardi di euro. Lo evidenzia un’analisi effettuata su dati Istat dall’Ismea, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, che rileva anche una crescita di 6.911 unità negli ultimi 10 anni, che ha portato le aziende agrituristiche a 22.238 unità. La parte del leone, precisa l’analisi, la fa il Nord, con 10.446 aziende, seguito dal Centro con 7.642, mentre il Sud – nonostante la sua vocazione turistica – si ferma a 4.150 aziende.

“Numeri che danno l’idea di un comparto importante per l’agricoltura italiana” commenta l’Ismea, nella giornata di presentazione a Roma di Agrietour, 16/ma edizione del Salone nazionale dell’Agriturismo che si terrà ad Arezzo dal 17 al 19 novembre.

“Con investimenti mirati – continua l’analisi – in marketing e comunicazione, oltre che realizzando sinergie con il territorio e rafforzando i contenuti esperienziali, la permanenza media negli agriturismo potrebbe crescere, considerando che gli italiani soggiornano in media 2,9 giorni, gli stranieri 5,2 giorni. Allungare anche di un solo giorno – sottolinea infine Ismea – la durata media dei soggiorni significherebbe, a parità di arrivi, un incremento delle presenze del 25%”.

Ti potrebbero interessare anche:

Scippano donna al cimitero, denunciati due minorenni a Vibo Valentia
Oggetti sacri abbandonati davanti la Chiesa, indagini in corso
Ragazzo ucciso a Napoli, fermato latitante. I carabinieri inseguivano lui
Pavia, trascinata per centinaia di metri da un'auto rubata: grave consigliera 26enne del Pd
Si butta dal terzo piano dell'ospedale San Giovanni: muore 60enne
REPORTAGE/ 1 - Venezia, se il Mose non basta



wordpress stat