| categoria: In breve, Senza categoria

Attentato a un resort a Manila. Isis rivendica azione di “lupi solitari”

Esplosioni e colpi d’arma da fuoco sono stati avvertiti in un resort a Manila, capitale delle Filippine, conosciuto come Resort World Manila, che ospita anche un casinò e un centro commerciale, vicino all’aeroporto.

Dalla struttura si vede uscire del fumo. È quanto riferisce la Cnn Filippine, che cita un testimone secondo cui ad aprire il fuoco sarebbe stato un uomo a volto coperto. Il resort è al momento in lockdown, il che significa che nessuno può entrare dall’esterno e nessuno che si trova all’interno può uscire.

L’attacco, specifica la Cnn, sarebbe iniziato all’1:30 del mattino, nel pieno della notte, quando il complesso, soprattutto il casinò, è affollato di clienti, molti stranieri vista la vicinanza con l’aeroporto internazionale Ninoy Aquino.

“Un combattente filippino dell’Isis, che riferisce da Marawi, dice che ‘i soldati lupi solitari del Califfo’ sono responsabili dell’attacco al Resort World Manila”. Lo scrive su Twitter Rita Katz, direttrice del Site, il sito che monitora il jihadismo sul web.

Le Filippine si trovano di fronte a un’ondata di terrorismo islamista, in particolare nella zona di Mindanao, dove le forze del governo si trovano a combattere contro militanti che fanno riferimento allo Stato islamico. Nei giorni scorsi il controverso presidente filippino Rodrigo Duterte aveva schierato truppe nella regione meridionale dell’isola di Mindanao dove sono attivi gruppi come Abu Sayyaf, legati appunto all’Isis.

Marawi, nell’isola meridionale di Mindanao, è stata al centro dall’inizio del Ramadan (il mese sacro del digiuno per i musulmani, venerdì scorso) nelle settimane scorsi tra la polizia e i membri di Abu Sayyaf, un gruppo terrorista islamista locale che ha giurato fedeltà ad Isis.

La battaglia di Marawi, da cui secondo Site proverrebbero i “lupi solitari” di Isis autori dell’attacco in corso, abituata prevalentemente da musulmani nel Paese a maggioranza cristiana, ha causato 70.000 sfollati e oltre 140 vittime

Ti potrebbero interessare anche:

FREGENE/Coltivava marijuana nel giardino: arrestata insospettabile 68enne
BORMIO/ La GdF sequestra 32 immobili per oltre 2 milioni di euro
Artigiano in difficoltà economiche si impicca in Ciociaria
Lo snobismo alla rovescia del governo Renzi
IMMIGRAZIONE/ Rimpatriati al 21 giugno di quest'anno 6527 irregolari
SICUREZZA/ Basilica di San Marco, arrivano i tornelli



wordpress stat