| categoria: politica

M5S: firme false, a giudizio in 14

Gup Palermo dispone processo anche per deputati nazionali

Il Gup di Palermo, Nicola Aiello ha rinviato a giudizio tre deputati nazionali e due regionali ex M5S, 8 attivisti del movimento e un cancelliere del tribunale per la vicenda delle firme false apposte alla lista presentata nel 2012 dai grillini per le comunali di Palermo.
Il processo comincerà il 3 ottobre davanti al giudice monocratico. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di falso e della violazione della legge regionale che ha recepito il testo unico in materia elettorale.
A giudizio, come ha chiesto il pm Claudia Ferrari, i deputati nazionali poi fuoriusciti dal Movimento, Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, i parlamentari regionali Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, rei confessi e sospesi dal Movimento, gli attivisti Samanta Busalacchi, Pietro Salvino, Riccardo Ricciardi, Giuseppe Ippolito, Stefano Paradiso, Toni Ferrara e Alice Pantaleone. Il processo è stato deciso anche per l’ex militante, l’avvocato Francesco Menallo, e per il cancelliere Giovanni Scarpello.

Ti potrebbero interessare anche:

Ritorna e ci mette la faccia. Bettini, playmaker occulto del Pd, scende in campo per Renzi
L'isola di Budelli può tornare pubblica, sì ad un emendamento ad hoc
Scaroni condannato, si complica la partita delle nomine
Bufera nell'ordine dei giornalisti, reintegro di Farina? E noi ci dimettiamo
Berlusconi: «logico» che nel patto del Nazareno ci sia scelta sul Quirinale
REGIONALI/ Quattro in corsa per governare il Veneto



wordpress stat