| categoria: attualità, Senza categoria

Addio a Elsa Martinelli, l’italiana che incantò Hollywood

65th Locarno Film FestivalÈ morta nella sua casa romana l’attrice Elsa Martinelli. Aveva 82 anni. Era malata da tempo. Nel corso della sua carriera aveva lavorato con registi come Orson Welles, Howard Hawks, Mario Monicelli e recitato con – fra gli altri – Marcello Mastroianni, Robert Mitchum, John Wayne. Sposata nel 1957 con il conte Franco Mancinelli Scotti di San Vito, aveva una figlia, Cristiana, che ha seguito le sue orme nel campo della recitazione. Nel 1968 si era risposata con il fotografo e designer Willy Rizzo. I funerali si terranno a Roma l’11 luglio nella chiesa di Santa Maria del Popolo. Quella di Elsa Martinelli è una delle molte storie del “sogno italiano” del dopoguerra. Di origini umili, sei sorelle e un fratello, padre ex contadino trasferitosi a Roma a fare l’usciere delle Ferrovie dello Stato, era nata a Grosseto nel gennaio del 1935 ed era approdata con la famiglia nella capitale quando aveva nove anni. Gli studi si erano fermati alla quinta elementare, poi subito al lavoro, prima in un negozio di cappelli, poi come commessa in un bar del centro, poi cassiera in un altro bar, dalle parti di via Po. Ma qualcosa in lei la destinava a un futuro diverso da quello di tante ragazze dell’epoca, un fisico longilineo e lontano dal cliché della “maggiorata” che sarebbe esploso di lì a breve. Elegante, naturalmente charmant, la svolta arrivò quando – così raccontava – un giorno in una boutique di via Frattina fu notata dallo stilista Roberto Capucci. Un vero e proprio colpo di fulmine che la catapultò praticamente all’istante nel mondo dell’alta moda, in passerella. Il salto nel glamour internazionale era dietro l’angolo. Kirk Douglas la vede sulla copertina di Life e la vuole per Il cacciatore di indiani. È il 1955 e lei conquista Hollywood a soli vent’anni. Inizia così una carriera lunga circa una settantina di film, ai registi piace quella ragazza originale, quasi androgina, che conosce le lingue e sa muoversi davanti alla macchina da presa e si dimostra perfettamente a proprio agio fra i nomi più in vista del jet set internazionle.

Altri contenuti correlati

Ti potrebbero interessare anche:

Assobiomedica denuncia: troppo vecchi gli apparecchi diagnostici del Servizio Sanitario Nazionale
Susie Morrison, prima pasticcera alla Casa Bianca
Terrorismo, caccia a due libici a Roma
Rc Auto, dal 18 ottobre addio al contrassegno sul vetro: controlli solo su targa
Il Papa a sorpresa a Boccea nelle case famiglia di Sos Bambini
SCUOLA/ Arrivate a 20mila firme le petizioni per gli stipendi dei prof



wordpress stat