| categoria: Dall'interno, Venezia

Venezia: festa del Redentore ‘blindata’

Rdentore Venezia, processione Venezia attende la ‘Notte famosissima’ con decine di migliaia di persone giunte in città, ma sarà una Festa del Redentore più ‘blindata’ che mai, a causa del rischio terrorismo. Il protocollo di sicurezza è stato implementato per la prima volta con un sistema di varchi presidiati e conta-persone per limitare a 70mila le presenze massime. Piazza San Marco e le fondamenta strategiche per assistere allo spettacolo dei fuochi artifiali sono transennate per mantenere libere le via di fuga. Una ‘stretta’ applicata sull’acqua, dove le barche sono state divise per stazza; le più grandi ai margini del Bacino, le più piccole all’interno.
Bloccata fin dal pomeriggio la vendita di alcolici, vietato l’uso di bottiglie e bicchieri di vetro. In città però si fa già festa, con le barche trasformate in banchetti galleggianti, e le lunghe tavolate piene di cibo e bevande, abellite da luminarie, lungo i canali e nelle rive principali che si affacciano sul Bacino di San Marco, in attesa dei ‘foghi’ a mezzanotte.

Ti potrebbero interessare anche:

Divorzio Berlusconi-Lario, l'ex premier dovrà versare 1,4 milioni al mese
FERRAGOSTO/ Milano non chiude per ferie, oltre il 60% di saracinesche alzate
MIGRANTI/ Impresari circensi facevano entrare clandestini in Italia: decine di arresti
PROSTITUZIONE/ In Italia tra 75mila e 120mila le donne vittime
Torna la paura in Barbagia, allevatore ucciso a Lula
Consip: come funzionano le gare, dal bando ai controlli



wordpress stat