| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

«Pagamenti alle farmacie entro 30 giorni, svolta storica»

«Oggi con i rappresentanti di Federfarma abbiamo festeggiato il raggiungimento di un obiettivo storico. Per la prima volta nella storia la Regione paga anche la rete delle farmacie in maniera puntuale». Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel corso della presentazione delle novità legate ai pagamenti delle farmacie, presso la farmacia Moltedo in via Giacomo Trevise. Presenti, tra gli altri, Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma e Osvaldo Moltedo presidente di Federfarma Lazio.

Questo favorirà la rete delle farmacie – ha aggiunto – perché tanti soldi che andavano buttati in interessi, invece,
verranno reinvestiti nel sistema della rete e del consolidamento di queste imprese. È un elemento di serietà e di stabilità. Sono contento perchè questo è un altro tassello di quell’uscita dal commissariamento sulla quale stiamo andando molto avanti e che vuol dire migliori cure, tagli agli sprechi, conti in ordine, ma vuol dire anche tagliare gli interessi nei confronti del sistema del credito e reinvestirli in sanità. Non siamo più la pecora nera d’Italia, abbiamo raggiunto questo obiettivo, prima i ritardi portavano le farmacie spesso a indebitarsi con tassi alti, togliendo
all’economia reale tante risorse. È un’altra battaglia vinta – ha concluso Zingaretti – che dimostra che le cose si possono fare e le rivoluzioni si possono realizzare anche in tempi brevi, e nel Lazio lo stiamo ottenendo».

«Un risultato storico, da quando esiste la farmacia, la convenzione del servizio sanitario nazionale nel Lazio, questa
è la prima volta che veniamo pagati puntuali. È una cosa incredibile, e devo dare merito alla Regione Lazio e al Presidente Zingaretti, perchè pochi potevano immaginare una cosa del genere soprattutto per una regione
commissariata». Cosí Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma, commentando il primo pagamento della storia da parte della Regione Lazio avvenuto entro i termini di legge, 30 giorni, nei confronti delle farmacie
del Lazio. «Noi – ha spiegato – potremo utilizzare questi soldi, che prima utilizzavamo per pagare interessi passivi nei confronti delle banche, per reivistirli in salute per i cittadini: migliorare i servizi e assumere personale».

Ti potrebbero interessare anche:

Rai, dubbi al vertice sulla par condicio. Ballarò si sposta a domenica?
Bersani non molla, con il Pdl la trattativa sotto sotto non è chiusa
MO/ Hamas, Intifada fino alla liberazione della Palestina
INPRESE/ Nasce il fondo sanitario Confcommercio con Casagit
Asl Viterbo lancia la nuova rete per le persone con disturbi cognitivi
ASL ROMA 4/ Attenzione al "ragno violino"



wordpress stat