| categoria: esteri

ILCASO/ Svizzera, ebrei invitati a fare la doccia prima di tuffarsi in piscina

550x189x2619556_1742_cartelloebrei_jpg_pagespeed_ic_oeHonagjUCLe scuse, tardive, e l’autoauccusa di “ingenuità” dello staff di un albergo non bastano a spegnare le scandalo dei cartelli appesi in un aparthotel ad Arosa, nel cantone dei Grigioni in Svizzera. Con un primo cartello, come riporta swissinfo.ch che a sua volta cita il Basler Zeitung, gli ospiti ebrei della struttura sono stati invitati a farsi la doccia prima di accedere alla piscina mentre con un altro cartello sempre ai turisti ebrei veniva chiesto di rispettare gli orari fissati dall’hotel per prelevare o riporre cibo Kasher in un frigorifero.

Com’era prevedibile, i cartelli sono stati postati dai clienti e ben presto è scoppiato un caso diplomatico con l’intervento del viceministro degli Esteri di Israele Tzipi Hotevely che ha chiesto al governo svizzero di condannare l’episodio che rappresenta “un atto antisemita della peggiore specie”. Infine la rimozione dei cartelli e le scuse dello staff dell’aparthotel.

Ti potrebbero interessare anche:

California, studente spara a scuola. Solo feriti
UCRAINA/Mosca "oltraggiata" per il caos nella parte orientale del Paese
Svezia, ordigno contro una moschea, cresce l'intolleranza
Minaccia Isis sui copti d'Egitto, minoranza sotto tiro
AFGHANISTAN/ Attacco all'aeroporto di Kandahar, 27 morti
Usa, nuovo schiaffo a Trump. Bocciato il ricorso sugli immigrati



wordpress stat