| categoria: editoriale, Senza categoria

Possiamo convivere con il terrore?

Guai a rilassarsi, guai a dimenticare che dietro l’angolo ci può essere un gruppo di terroristi islamici deciso a farti pagare l’appartenenza ad un altro mondo, quello degli infedeli. Inutile chiedersi perché questo accade, la ragione, le mille ragioni si perdono in tanti rivoli. Chi ha torto e chi ha ragione non conta più. E quel che conta è che non ci si può immolare e far morire altri per dei confusi motivi etici religiosi. Ma non si può nemmeno convivere con il fiato del terrore sul collo. E il senso di impotenza, di frustrazione è la condanna più terribile. Ci eravamo illusi che le fiammate violente di questi ultimi tempo avessero esaurito la carica aggressiva dei terroristi islamici, che dopo Belgio, Germania, Francia, Inghilterra le forze del bene avessero preso il sopravvento, che le indagini e l’intelligence europeo avesse inciso profondamente nelle reti di complicità, trovato covi, arrestato fiancheggiatori. Sarà andata anche così ma scopriamo drammaticamente che non è bastato. L’occidente è sempre un passo indietro, c’è sempre l’attentatore già identificato, già incarcerato, già conosciuto come terrorista potenziale. Ma incredibilmente libero di colpire. Oggi gli analisti riempiono i teleschermi con le loro dotte spiegazioni, la sconfitta militare dell’Isis, il rientro delle migliaia di europei che avevano combattuto sotto le bandiere del Califfato. Oltre non sanno che dire, nessuno sa, tutti azzardano. Colpisce che ti raccontino con precisione quanti foreign figthers italiani sono rientrati, quanti spagnoli. Ma la domanda che segue è immediata: li hanno fermati, arrestati, seguiti, monitorati? Chissà. C’è una controffensiva possibile? C’è una strategia di comunicazione, di controllo, una strategia dissuasiva in tutte le forme possibili? Dobbiamo rassegnarci nascondendoci dietro un “non ci fate paura?”.

Ti potrebbero interessare anche:

M5S/ Grillo, da De Benedetti i dossier contro Casaleggio
Donna uccisa a coltellate in auto a Catania
Allarme Sla, nel 2040 i malati aumenteranno del 32%
Alzheimer, farmaco fa scomparire placche al cervello in un anno
IL PERSONAGGIO/ Il generale Mario Mori: “Mi candido”. Sarà con Giovanni Negri e La Marianna
SCHIARITA?/ Seul, colloqui con Nord Corea sulle Olimpiadi invernali



wordpress stat