| categoria: sport

GOL-CAPOLAVORO DI BELOTTI, TORINO TRAVOLGE IL SASSUOLO

Un capolavoro di Andrea Belotti fa volare il Torino, che supera 3-0 il Sassuolo e conquista la prima vittoria del suo campionato all’esordio nello stadio di casa. Un gol da cineteca quello realizzato dal centravanti granata, ambito sul mercato ma sempre più centro di gravità dell’attacco di Mihajlovic: su cross di De Silvestri il bomber della Nazionale ha messo a segno una sforbiciata volante che ha mandato in estasi il Grande Torino. A chiudere la partita nel finale del secondo tempo un erroraccio di Duncan, che con uno sciagurato retropassaggio ha liberato Iago Falque e Ljajic davanti a Consigli: il serbo, su assist del compagno di squadra, ha realizzato il 2-0, seguito pochi minuti dopo dal terzo gol di Obi su assist di uno scatenato Belotti. Doppio intervento del Var durante la partita: al 13′ del secondo tempo Mazzoleni è tornato sui suoi passi e dopo aver fischiato rigore al Torino per fallo di mano di Cannavaro, su suggerimento di Gianluca Rocchi ha cambiato decisione. Stessa procedura, ma nell’altra area di rigore, al 44′: rigore fischiato per fallo su Ragusa, decisione modificata per posizione di fuorigioco del centravanti neroverde. Successo figlio della maggior supremazia tattica dei granata, che hanno sofferto per lunghi tratti l’atteggiamento coperto della squadra di Bucchi. I neroverdi, senza Antei, Iemmello, Peluso e Matri, non convocati e in partenza, hanno costruito sfruttando la velocità del tridente offensivo, in special modo di Berardi e Politano: isolato e poco partecipe della manovra Falcinelli, cresciuto dopo l’ingresso di Ragusa. Il Torino è partito forte, con Iago Falque e De Silvestri in grande spolvero: in ombra Berenguer, apparso ancora spaesato. Come al 3′, quando su assist di Iago Falque ha mancato la conclusione di un soffio. In difesa la squadra di Mihajlovic ha dimostrato di avere una marcia diversa rispetto alla scorsa stagione, con Nkoulou e Moretti padroni della retroguardia e De Silvestri bravo a ripiegare secondo necessità. Ottima la prova a centrocampo di Obi e Rincon, affiatati e bravi negli inserimenti oltre che in fase di contenimento. L’atteggiamento sornione del Sassuolo ha bloccato lo slancio iniziale granata: dopo il ‘timeout’ di Mazzoleni per il caldo eccessivo, con il termometro oltre i 34ø, la squadra di Bucchi ha subito il gol di Belotti a un passo dalla fine del primo tempo, entrando negli spogliatoi in svantaggio. Nel secondo tempo il Sassuolo ha avuto la possibilità di pareggiare, con una bella intuzione di Duncan per il taglio di Cannavaro, bravo a contenere Belotti ma non altrettanto in fase realizzativa. Bucchi ha provato ad alzare il baricentro, inserendo Ragusa per Missiroli: l’errore di Duncan ha tagliato definitivamente le gambe ai neroverdi, lanciando verso la vittoria il Torino. Unico sussulto il rigore, tolto dal Var, che avrebbe potuto regalare il gol della bandiera.

Ti potrebbero interessare anche:

Cavani abbatte la Roma (4-1), il Napoli torna a volare
Kakà non basta al Milan, pari con la Lazio e fischi
TUFFI/ Europei, Cagnotto e Dallapè oro in sincro da tre metri
EUROPEI UNDER21/ Gli azzurrini battono l'Inghilterra (3-1) ma sono fuori
Il vero significato dello sport in uno scatto fotografico
La Roma fa l'anti-Juve, 3-1capolavoro e Napoli in crisi



wordpress stat