| categoria: Roma e Lazio

Migranti, sgomberato presidio ai Fori Imperiali: in 27 accettano sistemazione del Comune

115654041-f9461ca6-55ba-416e-aa4a-e046db056a35
La tendopoli ai Fori Imperiali, dove stanotte hanno trovato rifugio 56 persone, è stata circondata questa mattina dai blindati di polizia e carabinieri, un idrante. Il personale della Sala operativa sociale del Campidoglio ha trovato una sistemazione, del tutto temporanea, in un centro d’accoglienza in zona Casilina a 10 donne e 17 uomini. Altri 45 posti per altrettanti uomini sarebbero disponibili in zona Casalotti. Ma le famiglie non vogliono essere divise.Nessun rappresentante del Campidoglio e’ presente sul posto.

“I numeri non tornano – dice Gemma Vecchio di Casa Africa – serve un tetto per 70 nuclei familiari e 120 uomini soli. Stavolta vogliamo fidarci delle promesse delle istituzioni, il centro d’accoglienza deve essere solo il primo passo verso una sistemazione stabile dei rifugiati politici”, ha ribadito sottolineando la necessità di trovare una soluzione abitativa immediata per tutti. Una posizione diversa rispetto a quella dei movimenti per il diritto all’abitare, secondo cui invece l’operazione del Comune avrebbe il chiaro intento di eliminare il problema agli occhi della cittadinanza.
“La proposta del Comune per i migranti sgomberati stamattina da piazza Madonna di Loreto è ancora una volta inadeguata. Li hanno portati in due centri: uno a Casalotti l’altro sulla Casilina che avevano già rifiutato il 20 agosto”. Lo ha detto Margherita Grazioli dei movimenti di lotta per l’abitare. “Sono soluzioni provvisorie e inadeguate – aggiunge – la considerazione che hanno di queste persone lo dimostra il fatto che stamattina i loro beni personali sono stati caricati su un furgoncino dell’Ama. A loro servono risposte vere e a lungo termine”.

“Più di 500 sgomberati in via Curtatone ma Comune offre: 24 posti donna in via Savi, 65 uomini tra Casalotti e via dell’Usignolo. #matematica”. Così su Twitter Baobab Experience che in altri tweet aggiunge: “Nessuna soluzione per nuclei familiari:sembra normale separare figli e padri. Riassumendo,niente di nuovo dallo sgombero di piazza Indipendenza”; “Oltre che del tutto fuorilegge. Non c’è stato nessun preavviso di sgombero e non è stato dato tempo di rimuovere gli effetti personali che sono beni privati.C’è già una denuncia da parte di Baobab Experience. Speriamo che si aggiunga anche quella dei rifugiati di piazza Venezia”.

Ti potrebbero interessare anche:

Incorreggibile, fermatela. Altre cinque nomine in extremis della Polverini
Sicurezza stradale, controlli: irregolare il 46% dei veicoli di trasporto
Gabrielli: «Roma è ancora profondamente malata»
LA GUERRA DEI RIFIUTI/ Piano d'emergenza: più carichi in Austria e impianti aperti h24
Allarme maltempo sottovalutato? Arrendiamoci alla Giunta Raggi
IL BORSINO DELLA POLITICA di Roma e Lazio



wordpress stat