| categoria: Dall'interno, Scuola

Scuola: il 48% degli alunni senza mensa

43e2b1aa34019aca8dd993f933c84d02 Non è cambiata, in un anno, la situazione delle mense scolastiche, servizio del quale molti, troppi alunni non possono usufruire. E’ quello che emerge dal quarto rapporto di Save the Children “(Non) Tutti a Mensa 2017”, lanciato oggi alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico. Quasi metà degli alunni (il 48%) delle scuole primarie e secondarie di primo grado, infatti, non ha accesso alla mensa. L’assenza di regole condivise, inoltre, contribuisce alla disparità nelle modalità di accesso e di erogazione.

In 8 regioni, in particolare, la situazione è ancora più allarmante e oltre il 50% degli alunni non ha la possibilità di accedere alla refezione. La forbice tra Nord e Sud continua a essere ampia, con cinque regioni del Meridione che registrano il numero più alto di alunni che non usufruiscono della mensa: Sicilia (80%), Puglia (73%), Molise (69%), Campania (65%) e Calabria (63%). In quattro di queste 5 regioni, inoltre, si registra la percentuale più elevata di classi senza tempo pieno (Molise 93%, Sicilia 92%, Campania 86%, Puglia 83%) – superando ampiamente il già preoccupante dato nazionale, stando al quale circa il 69% di classi non offre questa opportunità – e in quattro si osservano anche i maggiori tassi di dispersione scolastica (Sicilia 23,5%, Campania 18,1%, Puglia 16,9%, Calabria 15,7%).

Ti potrebbero interessare anche:

DOPO LA SENTENZA/ Precari, è toto-assunzioni, da 30 a 250mila
No Tav, black bloc all'attacco in val Susa: la polizia spara lacrimogeni
Firenze, formaggio contaminato: grave bimbo di 14 mesi. Il prodotto venduto in almeno tre regioni
#CHIGUIDANONBEVE, SABATO A BOLOGNA PROVE DI GUIDA SICURA
MALTEMPO: STRAGE ABETI IN VENETO, SI PENSA A RIUSO
Cortina 'plastic free' cerca abitanti



wordpress stat