| categoria: turismo

A Porto Rico, dove è nato il brano Despacito

++++ rpt +++ Portorico : stradina con gli edifici coloniali color pastello nel cuore di San JuanSull’isola caraibica che ha ispirato il tormentone dell’estate, primo singolo disco di diamante in Italia
Il successo del portoricano Luis Fonsi con il brano Despacito, in classifica da 32 settimane e uno dei più ascoltati di quest’estate, non conosce fine: il tormentone realizzato con il rapper Daddy Yankee è il primo disco singolo di diamante in Italia, con oltre 500mila copie tra download e streaming. Per capirne la popolarità è bene volare fino a Portorico e scoprire i luoghi che hanno ispirato i due fortunati cantanti.

Portorico è una destinazione caraibica tra le meno frequentate delle Antille; eppure è un’isola dove la natura regala scorci bellissimi, come a Flamenco Beach con la sabbia finissima, la fitta vegetazione e le acque turchesi; ed è una terra ricca di storia coloniale, a partire dalla capitale San Juan, dove si visitano le strutture difensive, patrimonio Unesco – il forte San Felipe del Morro della metà del Cinquecento e il seicentesco forte San Cristóbal – oltre alle sue numerose gallerie, dal Museo de las Americas al Museo de Arte de Puerto Rico, uno dei più grandi dei Caraibi.
L’isola, che sorge nel nord-est del mar dei Caraibi tra la Repubblica Dominicana e le isole Vergini, ha scelto con un referendum popolare di diventare il 51esimo stato degli Usa: nell’ex colonia spagnola, territorio americano da fine Ottocento, la maggior parte della popolazione ha espresso il desiderio di far parte degli Stati Uniti. Se ciò accadrà, l’annessione metterebbe Portorico al riparo da una forte crisi economica e potrebbe aiutare l’isola ad aumentare le presenze turistiche con investimenti e opere pubbliche. Nonostante il desiderio di diventare yankee, tutto sull’isola ricorda l’atmosfera, i colori e lo spirito dei Caraibi: è sufficiente camminare per le stradine strette affiancate dagli sgargianti edifici coloniali e dalle chiese barocche di San Juan e farsi coinvolgere dal calore della gente, entrare nei locali coloratissimi e restare fino all’alba ad ascoltare l’ottima musica caraibica per capire che questo è un mondo tropicale da scoprire. E’ proprio la musica ad aver attirato in questo periodo l’attenzione di tutto il mondo sui ritmi di Portorico e in particolare sul cantante Luis Fonsi, che a gennaio ha pubblicato un brano il cui video ha toccato tutti i record di visibilità sul canale YouTube. Il videoclip è stato girato ne La Factoria, uno dei locali più famosi della capitale portoricana, entrato a far parte della classifica dei migliori bar di cocktail tropicali al mondo; il proprietario Roberto Berdecía è molto felice che La Factoria sia diventato un punto di riferimento per chi vuole bere il locale rum Bacardi e per chi cerca musica e divertimento a Portorico. Dal video risaltano anche la costa frastagliata dell’isola e la semplicità della vita dei portoricani, colorata e dall’atmosfera coloniale.
E’ la natura la vera protagonista dell’isola: da vedere assolutamente la foresta El Yunque, area verde protetta che riporta i visitatori indietro nel tempo, prima della colonizzazione. Ma ci sono anche spiagge bellissime: Luquillo Beach, grande baia a mezzaluna bordata da palme, Playa de Ponce, sulla costa meridionale, la spiaggia dei surfisti Playa Higuero e Boqueron Beach, frequentata da pescatori e subacquei. Tra i tanti isolotti che circondano Portorico c’è Vieques, a 10 chilometri dalla costa orientale, famosa per la sua suggestiva baia bioluminescente, la prima al mondo: è un’insenatura circondata da mangrovie da visitare in kayak di notte, quando i microorganismi illuminano l’acqua che diventa fluorescente. E’ l’isola che accolse l’eroe Simon Bolivar, un paradiso per chi fa immersioni e dove si fa il bagno in un centinaio di calette paradisiache.

Un’altra attrattiva di Porto Rico, che si attraversa in un paio d’ore di auto, è il suo ottimo cibo speziato: riso, banane verdi fritte e zuppe a base di scampi e verdure. Tra i ristoranti da provare c’è Santaella che propone piatti tradizionali in un ambiente di design e creativo; il locale si trova accanto alla piazzetta del mercato in calle Canals. Ci sono anche Barrachina, locale in calle Fortaleza riportato su tutte le guide turistiche, e nel villaggio di Fajardo il locale El Pescador.
Per maggiori informazioni: www.seepuertorico.com

Ti potrebbero interessare anche:

Assaggio di Natale in Trentino
Paesaggi e piste da favola, Cortina aspetta il boom
Siena, girandola di iniziative per le notti dell'archeologia
Alla Bit le tendenze del turismo, tra enogastronomia e lusso
Pasquetta, caccia al tesoro botanico in tutta Italia
Festival internazionale fuochi d'artificio a Forte dei Marmi



wordpress stat