| categoria: economia

Stop allʼimport dallʼItalia di gorgonzola e taleggio, Cina: “Nessun motivo politico”

C_2_articolo_3093779_upiImagepp
La stretta sui formaggi con muffe in arrivo in Cina, tra cui gli italiani gorgonzola e taleggio, “non è un problema politico, ma di procedure interne”. Con queste parole il vice direttore del Dipartimento per i Rapporti con l’Ue del ministero del Commercio di Pechino, Wu Jing-chun, ha commentato la decisione di Pechino a margine della presentazione del prossimo Congresso Mondiale di Slow Food.

Nel suo intervento Wu Jing-chun, ricordando anche i dati dell’interscambio commerciale tra i due Paesi, ha sottolineato che “il mercato cinese dà il benvenuto ai prodotti italiani”. Secondo le ultime previsioni del ministero del Commercio di Pechino, il volume complessivo degli scambi tra Italia e Cina ha registrato un aumento del 20% nei primi sette mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, raggiungendo quota 27 miliardi di dollari. Inoltre dall’inizio dell’anno gli investimenti italiani in Cina hanno raggiunto quota sette miliardi di dollari, contro gli undici miliardi di dollari di valore degli investimenti cinesi in Italia.

“Il nostro ministero non si occupa direttamente della importazione dei formaggi. Se ne occupa l’Amministrazione su ispezioni e quarantena (Aqsiq). Esistono delle procedure interne – ha continuato Wu Jing-chun – perché ai cinesi piacciono i cibi italiani. Non c’è problema sui formaggi. Questo è soltanto un problema di procedura interna, non di politica”. Come conferma delle sue dichiarazioni, Wu Jing-chun ha ricordato di essere andato di recente a Roma,insieme alla Commissione mista per la promozione commerciale, e di “aver comprato molti formaggi italiani. Il nostro ministero dà il benvenuto ai formaggi italiani”.

Coldiretti: “Nel 2016 consumati in Cina 15mila kg di gorgonzola” – “Sono circa 15mila i chili di gorgonzola consumati nel 2016 dai cittadini della Cina dove sembra essere in atto un ingiustificato stop ai formaggi erborinati dall’Unione Europea”. Con queste parole la Coldiretti commenta la stretta delle autorità sanitarie cinesi sui formaggi erborinati europei, ovvero quelli contenenti muffe, come il Gorgonzola, il Taleggio, il Camembert e il Roquefort che vengono bloccati alle frontiere.

Ti potrebbero interessare anche:

UCRAINA/Circa 160 imprese italiane attive sul mercato
Confcommercio: redditi a livelli di 30 anni fa, sale la quota delle spese obbligate
FCA parte forte a Wall Street, poi frena. "Data storica"
EURO/ La discesa non si ferma, a minimi sul dollaro dal 2003
Produzione industriale, battuta d'arresto ad aprile
Legge di bilancio, in arrivo bonus famiglia: risorse per 400 milioni



wordpress stat