| categoria: gusto, In breve

Il “Miele del sindaco 2017” e’ quello di marasca del Fvg

– E’ di ciliegio canino il “Miele del Sindaco 2017”, più noto come il miele di Marasca, presentato al concorso dalla “Città del Miele” di Sacile. Lo annuncia, in una nota, l’associazione delle Città del miele, la rete dei territori che danno origine e identità ai mieli italiani, con l’obiettivo di evidenziare l’indissolubile legame che unisce ogni tipologia di miele al suo territorio d’origine. L’attestato del Premio “Il Miele del Sindaco 2017” sarà ufficialmente consegnato al Sindaco della Città del Miele di Sacile nei prossimi giorni, unitamente a un attestato di merito all’apicoltore che lo ha prodotto: l’apicoltura Settimi&Ziani di Trieste. Si tratta di una produzione tipica del Carso di colore ambrato con riflessi rossastri ben visibili, odore delicato che richiama la confettura di ciliegie, sapore lieve molto gradevole con un leggero retrogusto di mandorla. E’ una tipologia di miele legata da sempre all’attività di nomadismo apistico, che vede gli apicoltori più esigenti spostare le loro arnie per inseguire le fioriture montane. E’ uno dei mieli italiani tra i più ‘esclusivi’ per la sua produzione limitata e per la brevità della sua fioritura: aprile per la zona costiera, inizio maggio per le aree interne

Ti potrebbero interessare anche:

Emanuele Filiberto lotta contro il tumore al setto nasale
Cina: vendono figlia per comprare iPhone
Valanga in Marmolada, salve le persone travolte
USA/ Strage al college, il killer si è suicidato
Borgata vendesi sulle Alpi, 120mila euro per un balcone sul Monviso
SICILIA: CROCETTA, NO A LISTA CON ORLANDO, MEGAFONO PRESENTERÀ LE SUE



wordpress stat