| categoria: sport

Dybala fa volare la Juve, tre gol al Sassuolo

Strepitoso Dybala, con tre gol uno piu’ bello dell’altro, e la Juve riprende il suo cammino vincente in campionato, dimenticando le amarezze di Champions e raggiungendo l’Inter in testa a punteggio pieno. Contro un Sassuolo non troppo all’altezza, il fuoriclasse argentino ha valorizzato il dominio bianconero con una tripletta che gli consente, alla centesima gara con la Juve, di portare a 8 reti il proprio bottino personale in campionato (piu’ le 2 in Supercoppa) dopo appena quattro giornate. Numeri da capogiro che fanno dimenticare la critica post Barcellona. E quando Allegri lo ha richiamato in panchina nei minuti finali, tutto il Mapei Stadium si e’ alzato in piedi tributandogli una meritata standing ovation. In ombra Higuain: Allegri si aspettava un suo ritorno al gol, ma la prestazione non e’ stata delle migliori, a testimonianza di una condizione abbastanza precaria All’inizio il tecnico bianconero ritrova Chiellini in difesa nel 4-2-3-1, Cuadrado vince il ballottaggio con Bernardeschi, Dybala spazia alle spalle di Higuain, con Mandzukic largo a sinistra. Bucchi conferma il 3-5-2, fiducia al giovane Adjapong, in attacco dopo il forfait di Berardi, giocano Politano e Falcinelli. Partenza decisa della Juve che nei primi dieci minuti colleziona almeno tre palle gol schiacciando subito ll Sassuolo nella propria meta’ campo. Al 4′ Cuadrado serve nel cuore dell’area Pjanic la cui conclusione viene deviata da Consigli. Al 7′ Matuidi raccoglie una corta respinta della difesa di casa ma calcia sul fondo. Al 10′ l’opportunita’ piu’ ghiotta: sul cross di Alex Sandro, Higuain si ritrova la palla sui piedi nell’area piccola, ma il suo tiro e’ debole e centrale, favorendo l’intervento dell’attento Consigli. La Juve, in completa tenuta gialla, ha fretta di mettere in chiaro le cose, anche perche’ il Sassuolo, a parte una azione di alleggerimento completata da un tiro di Sensi, puo’ agire solo di rimessa. Il gol e’ nell’aria e arriva puntuale al 16′: Mandzukic mette in movimento Dybala il quale da fuori area, lasciato solo, inventa un sinistro sul quale nulla puo’ Consigli. Vantaggio legittimo, la Juve rallenta la sua pressione, mantenendo comunque il costante controllo della situazione con un possesso palla che crea imbarazzo al Sassuolo. Nessun sussulto fino all’intervallo fatta eccezione un nuovo tentativo, fallito, da parte d Higuain che al 32’calcia abbonamento fuori. La squadra di Bucchi prende un po’ coraggio, Politano da fuori prova a spaventare Buffon e poco dopo non arriva su pallone scodellato dalla destra da parte di Lirola. Inizio di ripresa vivace: dopo una manciata di minuti la Juve raddoppia. Cuadrado serve Dybala che beffa Consigli con un tiro felpato sul primi palo. Altra prodezza dell’argentino che guadagna gli applausi del Mapei Stadium. Ma il Sassuolo non ci sta e riesce a tenere aperta la partita per qualche minuto. Incertezza difensiva dei bianconeri,la palla stazione nell’area piccolo e l’ultimo tocco e’ di Politano che accorcia le distanze. La Juve non vuole correre rischi e riprende il comando del gioco. E ci pensa sempre lui a fare a differenza: Dybala accerchiato da tre uomini conquista una punizione (fallo di Magnanell) quasi dal limite. E da quel posizione l’asso bianconero non sbaglia: tiro a giro di sinistra e Consigli puo’ solo ammirare la prodezza balistica dell’avversario. La partita di fatto finisce qui. La Juve torna di nuovo a volare, per il Sassuolo terza sconfitta stagionale, ma non era questa la partita dove conquistare preziosi punti salvezza.

Ti potrebbero interessare anche:

Balotelli e Abbiati salvano il terzo posto del Milan. Il Torino non gradisce
E adesso scoppia la rivolta delle curve. Gli ultras solidali con i milanisti: chiudiamo tutto
Amichevole di lusso Italia-Germania, azzurri salvati dai pali (1-1)
Inzaghi conta su Tassotti, il Milan deve sfoltire
Milan:Galliani prende anche Luiz Adriano
Moratti: Pirlo all'Inter, perchè no?



wordpress stat