| categoria: Dall'interno

FOGGIA/ Spara in faccia a quindicenne che va a scuola. E’ stato l’ex della madre?

550x189x3250768_1419_foggia_jpg_pagespeed_ic_mDTeD3c1md ragazzina di 15 anni è stata ferita al volto da un colpo di arma da fuoco sparato a distanza ravvicinata da un uomo non ancora identificato mentre la giovane percorreva via Zuppetta, a Ischitella, per andare a scuola. Le condizioni della ragazza sono disperate. È stata trasportata tramite elisoccorso agli ospedali Riuniti di Foggia. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri.
Le forze dell’ordine stanno cercando l’ex compagno della mamma della vittima, un uomo di 37 anni che avrebbe sparato per vendetta, perché la donna lo aveva lasciato. Lo si apprende da fonti investigative. L’uomo avrebbe sparato in un momento di ira, dopo aver brevemente discusso con la ragazzina, utilizzando una pistola di calibro 22. Il colpo ha raggiunto la 15enne in pieno volto. A Ischitella e in tutta la zona circostante sono stati fatti posti di blocco e l’area viene setacciata con elicotteri e cani. Alla ricerca dell’uomo ci sono anche i Cacciatori di Calabria, il reparto speciale inviato dal ministero nel Foggiano dopo la recente escalation di episodi di criminalità che si è registrata nella zona, culminata con il l’omicidio di quattro persone il 9 agosto scorso a San Marco in Lamis (Foggia).

La madre attualmente si trova fuori regione ed è stata avvisata di quanto accaduto. I carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere di tutto il paese, che si trova nel parco Nazionale del Gargano, distante da Foggia una novantina di chilometri.

I carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere della strada, via Zuppetta, dove la ragazza è stata fermata dal suo aggressore. La ragazza stava raggiungendo la fermata dell’autobus che ogni mattina prendeva per andare a scuola, a Vico del Gargano.

La ragazzina è stata trasportata in elisoccorso agli Ospedali Riuniti di Foggia dove la stanno sottoponendo ad un delicato intervento chirurgico. La vittima era seguita dai servizi sociali ed era stata affidata ai nonni.

«La situazione è drammatica. La ragazza è stata sottoposta ad una Tac che avrebbe confermato che le condizioni sono molto gravi». Cosi il direttore generale degli Ospedali Riuniti, Antonio Pedota. «Le sue condizioni sono molto critiche – aggiunge Laura Moffa, direttore sanitario degli Ospedali riuniti – è ricoverata rianimazione e sono in corso valutazioni per capire se può essere sottoposta a intervento chirurgico».

Facebook Twitter Google+ RSS

Il Messaggero

IM23329

ESCI

Messaggero Digital

ROMA

VITERBO

RIETI

LATINA

FROSINONE

ABRUZZO

MARCHE

UMBRIA

VIDEO

FOTO

HOME

PRIMO PIANO

ECONOMIA

SPETTACOLI E CULTURA

SOCIETÀ

SPORT

MOTORI

MODA

LE ALTRE SEZIONI ▼

Cronaca

Politica

Esteri

Sanità

Vaticano

Scuola e Università

USA 2016

Speciale Rigopiano

Speciale 10 Anni

Il Messaggero > Primo Piano > Cronaca

Foggia, spara in faccia a una 15enne che stava andando a scuola: è in fin di vita. Si cerca l’ex della madre

PLAY FOTO

Foggia, 15enne ferita al volto con un colpo di pistola
Una ragazzina di 15 anni è stata ferita al volto da un colpo di arma da fuoco sparato a distanza ravvicinata da un uomo non ancora identificato mentre la giovane percorreva via Zuppetta, a Ischitella, per andare a scuola. Le condizioni della ragazza sono disperate. È stata trasportata tramite elisoccorso agli ospedali Riuniti di Foggia. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri.

FOTO – di –

.

Foggia, 15enne ferita al volto con un colpo di pistola

Le forze dell’ordine stanno cercando l’ex compagno della mamma della vittima, un uomo di 37 anni che avrebbe sparato per vendetta, perché la donna lo aveva lasciato. Lo si apprende da fonti investigative. L’uomo avrebbe sparato in un momento di ira, dopo aver brevemente discusso con la ragazzina, utilizzando una pistola di calibro 22. Il colpo ha raggiunto la 15enne in pieno volto. A Ischitella e in tutta la zona circostante sono stati fatti posti di blocco e l’area viene setacciata con elicotteri e cani. Alla ricerca dell’uomo ci sono anche i Cacciatori di Calabria, il reparto speciale inviato dal ministero nel Foggiano dopo la recente escalation di episodi di criminalità che si è registrata nella zona, culminata con il l’omicidio di quattro persone il 9 agosto scorso a San Marco in Lamis (Foggia).

La madre attualmente si trova fuori regione ed è stata avvisata di quanto accaduto. I carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere di tutto il paese, che si trova nel parco Nazionale del Gargano, distante da Foggia una novantina di chilometri.

I carabinieri hanno acquisito le immagini delle telecamere della strada, via Zuppetta, dove la ragazza è stata fermata dal suo aggressore. La ragazza stava raggiungendo la fermata dell’autobus che ogni mattina prendeva per andare a scuola, a Vico del Gargano.

La ragazzina è stata trasportata in elisoccorso agli Ospedali Riuniti di Foggia dove la stanno sottoponendo ad un delicato intervento chirurgico. La vittima era seguita dai servizi sociali ed era stata affidata ai nonni.

«La situazione è drammatica. La ragazza è stata sottoposta ad una Tac che avrebbe confermato che le condizioni sono molto gravi». Cosi il direttore generale degli Ospedali Riuniti, Antonio Pedota. «Le sue condizioni sono molto critiche – aggiunge Laura Moffa, direttore sanitario degli Ospedali riuniti – è ricoverata rianimazione e sono in corso valutazioni per capire se può essere sottoposta a intervento chirurgico».
Mercoledì 20 Settembre 2017 – Ultimo aggiornamento: 16:08

Ti potrebbero interessare anche:

SCUOLA/Carrozza, sia motore cambiamento e innovazione sociale
Dixan non lava meglio di Dash. Multa dell Antitrust
CIRCEO/ Izzo scrive alla moglie: non ho ucciso io Rosaria Lopez
Emergenza maltempo nel Piacentino, fiumi esondati, un morto e 2 dispersi Liguria: tromba d’aria a Ne...
Muore a Siviglia 23enne marchigiana, mistero sulle cause
Arezzo, bambina violentata da ragazzi di 15 anni in una comunità educativa



wordpress stat