| categoria: sanità Lazio

SERVIZI/ Vita di donna, la tutela dei diritti e della salute a due passi da Trastevere

La Onlus si trova all’interno della Casa Internazionale delle Donne situata nell’edificio più noto come Buon Pastore che il Comune di Roma, nel novembre del 2001, ha assegnato a un consorzio di associazioni femminili e femministe ad un prezzo “politico”. Gratis le consulenze alla salute delle donne per telefono e per e-mail. Ma c’è anche un ambulatorio per il pap test e per le visite ginecologiche ( al costo di 30 euro) diretto dalla fondatrice dell’associazione, la dottoressa Elisabetta Canitaro. Troppe ancora le denunce al numero “Sos pillola del giorno dopo” per il rifiuto delle farmacie di fornire alle maggiorenni il farmaco che è diventato SOP (ovvero, senza obbligo di prescrizione ) dal 2015, ovvero, senza obbligo di prescrizione
di Stefania Pascucci
Alla Casa Internazionale delle Donne di via della Lungara a Trastevere si trova l’associazione Onlus Vita di donna, nata quasi venti anni fa, che fornisce gratuitamente consulenze, per telefono e via E-Mail per qualsiasi problema di salute della donna, un ambulatorio per visite urgenti e informazioni su dove rivolgersi nella sanità pubblica per qualsiasi aspetto della salute e della sessualità femminile. Per una visita ginecologica e un pap test (esame diagnostico che si effettua in donne sane, per individuare precocemente tumori del collo dell’utero) si paga una quota all’associazione di 30 euro. A fare la visita c’è la dottoressa Elisabetta Canitaro, ginecologa proveniente dal servizio pubblico, e presidente di Vita di donna, che accoglie presso l’associazione tutte con un gran sorriso, mette a disposizione delle donne i suoi anni di esperienza di medico specializzato, molti dei quali passati all’Ospedale Grassi di Ostia. Si occupa del secondo livello della prevenzione tumori per la Asl Roma 3, socia fondatrice dell’Associazione Differenza Donna che si occupa delle Case antiviolenza. Collabora nell’assistenza alle donne vittime di violenza. L’associazione Vita di Donna di cui si fa portavoce la Canitaro aiuta soprattutto le giovani che hanno problemi con le farmacie che forniscono il farmaco che si prende dopo aver avuto un rapporto a rischio gravidanza: la pillola del giorno dopo. «Da qualche anno infatti – spiega la dottoressa Canitaro -non c’è più l’obbligo di legge di fornire il farmaco con la ricetta. Occorre essere maggiorenni e presentarsi per la richiesta in qualsiasi farmacia». Così invece non è nella pratica. Per questo motivo il servizio informativo telefonico riceve ogni giorno decine di telefonate alle quali risponde con cortesia la dottoressa Elisabetta Canitaro tramite il numero 333/9856046. L’identikit di chi chiama in genere sono giovani donne,a volte minorenni. Chiamano anche gli uomini, i fidanzati, i compagni per informarsi su come reperire il farmaco. Ma anche per capire se è legittimo il rifiuto del farmacista a consegnare la pillola del giorno dopo a chi ne fa richiesta senza un ricetta. Ma a cosa serve questo tipo di farmaco? La pillola del giorno dopo è un contraccettivo che si usa nel caso in cui si pensi che il proprio contraccettivo abbia fallito, ad esempio, perché il preservativo non è stato usato correttamente, oppure si è rotto o sfilato, o si è scordato di assumere una o più pillole, o di rimettere il cerotto o l’anello alla data prevista, o, ancora, non sia stato usato alcun contraccettivo. Ne esistono di 2 tipi: quella più efficace detta anche “pillola dei cinque giorni dopo” e quella tradizionale detta “pillola del giorno dopo”. Da circa due anni, esattamente dal 9 maggio 2015, anche in Italia la pillola del giorno dopo più efficace (la formulazione a base di Ulipristal Acetato, detta anche “Pillola dei cinque giorni dopo“) può essere acquistata direttamente in farmacia o in parafarmacia, in quanto il farmaco in linea con altri 26 Paesi d’Europa è diventato SOP, ovvero, senza obbligo di prescrizione o ricetta. Dal 4 marzo 2016 l’obbligo di prescrizione è stato rimosso anche per la vecchia formulazione a base di levonorgestrel ma resta comunque per le ragazze minorenni. Il servizio e-mail di Vita di Donna è gratuito e ogni anno scrivono circa 10.000 persone. I temi sono sulla salute della donna, ma anche degli uomini: dubbi intorno alla contraccezione ormonale, timori sulla gravidanza, il parto e l’allattamento. Ma anche per il sostegno all’applicazione della 194 (aborto), sulle malattie a trasmissione sessuale, la contraccezione di emergenza come la pillola del giorno dopo. «Molti ci scrivono – dichiara l’associazione Vita di donne – perché vittime di violenza di genere (lavoriamo in collaborazione con i centri antiviolenza) o al sostegno alle adolescenti». Nel 5% dei casi il contatto si prolunga per alcuni mesi e, in particolare, «alcuni casi gravi di disturbi dell’alimentazione sono stati seguiti fino al ricovero e successiva risoluzione» . I servizi dell’associazione consistono sia nell’erogazione dell’informazione sanitarie dirette che nell’invio nelle strutture pubbliche ad alta specializzazione dove ottenere consulenza. Basta compilare il form sul sito www.vitadidonna.it e risponderanno gli esperti entro 24/48 ore.

BOX NUMERI UTILI VITA DI DONNA
I servizi sono gratuiti
Ambulatorio delle ostetriche
Richieste urgenti tel. 333/9856046 tutti i giorni,
festivi compresi.
Siamo inoltre in sede ogni martedì
dalle 17,00 alle 19,00.
Aiuto telefonico gratuito
Rispondiamo a qualunque domanda
sulla salute della donna,
tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00
(festivi compresi). TEL. 333/9856046.
Aiuto via email gratuito
Scrivici per una consulenza sulla salute,
rispondiamo entro 24 ore.
SoS Pillola del giorno dopo
Puoi rivolgerti al tuo medico di fiducia,
ai consultori, al pronto soccorso
o alla guardia medica. Chiamaci se
hai avuto problemi ad avere la ricetta
e ti aiuteremo Tel. 333/9856046

Ti potrebbero interessare anche:

Zingaretti, investimenti in sanità per 620 milioni, finita la "fase delle forbici"
Dalla Regione il piano "taglia attese": 115mila esami in più in 3 mesi
Lo scandalo della gara per il Cup, tagliati centinaia di lavoratori, abbassato il livello del serviz...
Torna il Banco della Salute, al Mercato Testaccio la ASL Roma 1 fa prevenzione
Idi: Maria Pia Garavaglia nuovo presidente Cda Fondazione Monti
Tumore del cervello. Al Policlinico Gemelli un percorso clinico-assistenziale per i malati



wordpress stat